Galleria Sinistra
Galleria Destra

A Trieste Laura Poretti interpreta l'Inveno Ungherese in FROZEN SHOTS / SCATTI CONGELATI
friuli-venezia giulia (trieste) trieste

pubblicato il 22/01/2015 00:04:35 nella sezione "News"
Trieste - SHAKY BAR
26 gennaio 2015 - 28 febbraio 2015
A cura di Marianna Accerboni

"S’inaugura sabato 24 gennaio 2015 alle ore 19 allo Shaky Bar di Trieste la mostra personale della fotografa-artista Laura Poretti Rizman 'Frozen shots / Scatti congelati' curata dall’arch. Marianna Accerboni e dedicata all’inverno ungherese. In mostra ca 20 immagini a colori realizzate nell’inverno 2013 dall’autrice con una Reflex digitale. Nel corso della vernice il poliedrico artista sperimentale Piero Lancini, pittore e musicista, eseguirà alcune improvvisazioni musicali create site specific e ispirate alle opere esposte


“I lavori della rassegna sono il frutto di un viaggio onirico, oltre che reale, compiuto dalla Poretti Rizman, che si traduce in un reportage molto calibrato ma nel contempo fantastico” scrive Accerboni “il quale ci trasporta in un paese di grandi suggestioni. Attraverso visioni cromatiche rese algide da un sottile e persistente velo di ghiaccio, la fotografa-artista ci consegna un’immagine dell’Ungheria molto mitteleuropea, la quale tralascia volutamente la matrice levantina che caratterizza parte della cultura anche linguistica di quel paese, grazie all’antico contatto con i turchi.
Lo sguardo non è però focalizzato su palazzi e monumenti, ma su una natura da fiaba che ci accompagna lungo un percorso che, pur nella sua magica delicatezza, concede solo alcune note a un sottaciuto neoromanticismo”.

Questo viaggio assume però anche un valore simbolico, come spesso accade nei grandi scrittori, quali per esempio Pirandello, o in registi di vaglia come Fellini. “L’immagine di un paese nascosto sotto una coltre di ghiaccio si collega al nostro vivere attuale” annota infatti l’autrice “In questo momento siamo congelati, quasi paralizzati dalla visione di quanto ci accade intorno: la violenza si esprime in ogni parte del mondo, ampiamente divulgata da telegiornali e mass media, e la risposta a tutto questo potrebbe plausibilmente essere un irrigidimento e uno straniamento nei confronti della realtà. Il ghiaccio” prosegue Poretti “rappresenta davvero bene questa sensazione perché, se è vero che tutto sembra immobile, sotto vi scorre la vita e basta a volte un po’ di fiducia e di sole, cioè di amore, per riscaldare il nostro animo e far rivivere la speranza”.

Laura Poretti Rizman, fotografa da sempre, frequenta corsi di camera oscura, fotografia, computer e grafica. I suoi maestri sono stati Tullio Fragiacomo, Mario Pierro, Tullio Stravisi ed Enzo Gomba. Collezionista d’antiquariato fotografico, orienta la sua specializzazione sul marchio Ferrania. Socia fondatrice dell'Associazione Onlus Futuro Donna e con essa socia della Consulta Femminile di Trieste, ha esposto in numerose personali e collettive di prestigio e le sue foto sono state pubblicate su riviste di settore e su libri nazionali. Ha partecipato a un corso per giurati indetto dalla Fiaf al Circolo Fotografico Triestino, con il quale ha cooperato per oltre un decennio come assistente esterna ai corsi di fotografia e di camera oscura. Collabora con la rivista online del Centro delle Culture di Trieste, Freaksonline, pubblicando articoli e recensioni e seguendo in particolare la sezione artistica. Blogger su Libero, ha ricevuto l’attestazione di GoldBlogger con Emozioni dell’Anima, sito/blog da lei creato su il portale di Libero (http://blog.libero.it/lightdew).

Ideatrice e organizzatrice del Primo Concorso Nazionale di Fotografia al Femminile per l’Associazione Futuro Donna, intitolato DolcevitaCarovita, negli ultimi anni ha partecipato al progetto Fotografare Donna con un contributo fotografico al libro Femminile Reale. Ha preso parte inoltre alle rassegne d’arte Espansioni Art Watching ed Evoluta e al progetto Artisti per Emergency. Molte sue fotografie vengono utilizzate da varie Associazioni artistiche e culturali.
Opera con una reflex Nikon D300, colore, elaborata in fase di preparazione grafica per la stampa.

Leggi per intero ...

Alla Gonnelli Casa d'Aste di Firenze la mostra 'ALFREDO MÜLLER. STAMPE, TEMPERE E OLI'
toscana (firenze) firenze

pubblicato il 21/01/2015 23:43:40 nella sezione "Fiere e mostre"
Firenze - Gonnelli Casa d'Aste
Fino al 6 febbraio 2015

"1930-2015: un omaggio all'artista nella ricorrenza degli 85 anni dalla sua prima esposizione alla Saletta Gonnelli. Nell'occasione verrà presentato il catalogo ragionato dell’opera su carta dell’artista
a cura di Hélène Koehl

Nella ricorrenza degli 85 anni dalla mostra di stampe e dipinti di Alfredo Müller tenuta nel 1930 alla Saletta Gonnelli, vengono esposte diverse tra le più belle e rare incisioni dell'artista livornese eseguite nella Parigi della Belle Époque tra ‘800 e ‘900, tra cui L’île héreuse, La rue St. Vincent en hiver, La nonchalante, les confidences, Trois femmes, Les trois chats, Marthe Mellot dans La gitane, La neige, Venise, L’aurora, Beatrice au laurier, Beethoven, Mallarmé ecc. Inoltre una serie di tempere inedite legate alle famose “Arlecchinate” e alcuni dipinti per un totale di circa 40 opere.
La ricca raccolta permette di avere uno sguardo ampio ed esaustivo sulla produzione più affascinante dell’artista, concentrata soprattutto nell’età d’oro dell’acquaforte al colori in Francia tra ‘800 e ‘900.
Le opere di Alfredo Müller sono diventate oggi assai ricercate e di difficile reperibilità sul mercato non solo italiano, ma anche francese.
In occasione della mostra verrà presentato il corposo catalogo ragionato Alfredo Müller sur papier/su carta/on paper che sulla base di solide ricerche permette di comprendere l’ampiezza, la diversità e l'originalità dell'opera grafica del pittore e incisore di nazionalità svizzera, livornese di nascita e parigino d'adozione, offrendone finalmente una visualizzazione esaustiva e coerente.
Vi è contenuto il resoconto completo di più di duecento stampe, tutte realizzate a Parigi e nella regione di Parigi, quasi tutti tra il 1896 e il 1906. Centinaia di disegni, acquerelli, pastelli e schizzi seguono il corso della storia e gli alti e bassi della vita di questo “europeo senza Europa” frammentato, troppo francofilo in Italia, troppo italiano in Francia.
Oltre agli articoli introduttivi ai vari capitoli del catalogo, emergono artisti, mercanti, editori, uomini appassionati di teatro e sport, il mondo di questo artista, che fu anche campione di biliardo e il cui fratello correva il primo tour de France.
Numerose riproduzioni sono a piena pagina. Le stampe sono spesso presentate in diversi stati, per valutare il virtuosismo tecnico e le varianti.
La pubblicazione, curata da Hélène Koehl con testi di Emanuele Bardazzi, Céline Chicha-Castex, Elisabetta Matucci e Nicolas Romand, è edita dall’associazione “Les Amis d’Alfredo Müller”, con sede a Strasburgo, nata con lo scopo di documentare, tutelare e diffondere a livello internazionale l’opera dell’artista. Il catalogo è distribuito in Italia anche dalla Libreria Antiquaria Gonnelli.

Alfredo Müller
Alfredo Müller, proveniente da una famiglia di origini svizzere, nacque a Livorno nel 1869. Frequentò l'Accademia di Belle Arti di Firenze dove divenne amico di Edoardo Gordigiani ed Egisto Fabbri.
Nel 1889, durante un primo soggiorno in Francia, espose due tele a Parigi dove si teneva l'Esposizione universale e scoprì la pittura degli impressionisti. Da allora abbandonò l’impostazione accademica degli esordi per seguire la lezione di Claude Monet e Camille Pissarro. Al suo ritorno in Italia, mostrò delle opere che suscitarono un ampio dibattito tra la critica, compresa la scomunica di Giovanni Fattori, per il loro carattere "filo-francese".
Sul finire del medesimo secolo, la famiglia Müller si trasferì stabilmente a Parigi. Alfredo Müller divenne amico di Camille Pissarro, Pierre-Auguste Renoir, Paul Cézanne e Henri de Toulouse-Lautrec, che influenzarono il suo stile. Sperimentò l’incisione a colori nello studio di Eugène Delâtre e divenne presto un capofila di questa tecnica di moda nella Parigi della Belle Epoque. Fece la sua prima mostra personale nel 1898 nella galleria di Ambroise Vollard che fu l’editore della serie di incisioni ispirate alla Vita Nuova di Dante Alighieri. Successivamente lavorò con altri editori e mercanti, soprattutto Edmond Sagot. Nel 1908 sposò Marguerite Thomann, che fu modella per Pierre Puvis de Chavannes, e pochi anni dopo divenne cittadino francese.
Nel 1914, dopo aver esposto alla Seconda Esposizione della Secessione di Roma, fece ritorno a Firenze, dove si stabilì a Settignano alla Villa Colombaia. Una grande parte della sua opera di allora è dedicata alle arti decorative dove si esprime il suo fascino per la magia teatrale. Restano famose le sue “Arlecchinate” con pantomime di maschere una serie delle quali decorò per anni il ridotto del Teatro Manzoni a Milano.
Nel 1930, allestì un’importante personale alla Saletta Gonnelli di Firenze, prima di tornare stabilmente a Parigi nel 1932, dove morì il 7 febbraio 1939.
Leggi per intero ...

Aperte le selezioni degli artisti per la X Florence Biennale
toscana (firenze) firenze

pubblicato il 15/01/2015 23:41:20 nella sezione "News"
Firenze - Fortezza da Basso
Biennale Internazionale dell'Arte Contemporanea
17 - 25 ottobre 2015

"Si aprono le selezioni per gli artisti partecipanti alla X edizione della Florence Biennale


Da 20 anni la Florence Biennale - Biennale Internazionale d'Arte Contemporanea di Firenze - opera per la promozione e la valorizzazione degli artisti, influenzando il modo di proporre, concepire ed osservare l'arte. Principale esposizione di arte contemporanea a Firenze, rappresenta da sempre una delle vetrine artistiche contemporanee più complete e diversificate al mondo ed è riconosciuta anche da artisti di fama internazionale quali David Hockey, Christo and Jeanne-Claude, Richard Anuskiewicz, Gilbert and George, Marina Abramovic, Shu Yong, José Luis Cuevas, Agatha Ruiz de la Prada e Anish Kapoor che vi hanno preso parte nel corso delle varie edizioni ricevendo il Premio Internazionale "Lorenzo il Magnifico" alla Carriera.
Dal 1997, anno della sua fondazione, la Florence Biennale ha visto la partecipazione di oltre 5mila artisti provenienti da oltre 100 nazioni che hanno trovato a Firenze il palcoscenico ideale per promuovere la loro arte mettendo a confronto le loro peculiarità culturali senza nessun filtro, ad esclusione di quello qualitativo. Tutti gli artisti partecipanti, durante i dieci giorni di esposizione, hanno l'occasione di riunirsi operando uno scambio dialettico di idee e valori ed entrando in contatto diretto con il pubblico presente.
Anche per questa edizione della Florence Biennale tutti gli artisti sono invitati a sottoporre la propria candidatura all'esame del Comitato di Selezione Internazionale.

Per inviare la richiesta di partecipazione visitare il sito web della manifestazione al seguente link)
Per maggiori informazioni:

Leggi per intero ...

A febbraio la XXIX edizione di Modenantiquaria, tra tradizione e grandi novità.
emilia-romagna (modena) modena

pubblicato il 15/01/2015 23:06:37 nella sezione "Mercatini"
Modena - ModenaFiere
14 febbraio 2015 - 22 febbraio 2015
MODENA SI VESTE DI ANTICO E DI NUOVO...TORNA AD ESSERE
MODENANTIQUARIA


"Giunta alla 29esima edizione Modenantiquaria - la più longeva e visitata fiera d’alto antiquariato in Italia e tra le più qualificate espressioni del mercato dell’arte antica in Europa - torna dal 14 al 22 febbraio 2015 con un rilancio importante, in termini di qualità, relazioni, partnership e comunicazione.


Un cuore antico, che considera il collezionismo l’anima della storia artistica e culturale dell’Europa, e uno spirito rinnovato attento alle nuove dinamiche e alle più attuali esigenze del mercato, degli antiquari e del pubblico.
Saranno circa 150 i galleristi presenti in questa edizione della storica manifestazione modenese che, organizzata quest’anno da Modenafiere con il patrocinio dell’Associazione Antiquari d’Italia, dell’Associazione Antiquari modenesi e della FIMA-Federazione Italiana Mercanti d’Arte, sarà accompagnata dalla competenza e dalla verve di Philippe Daverio.

Modenantiquaria, che mira a rappresentare le eccellenze nel settore, è l’unica fiera nel panorama europeo a offrire una visione ampia e originale dell’arte antica, grazie alla compresenza di EXCELSIOR Salone esclusivamente focalizzato sulla pittura dell’800 e di PETRA dedicata alle antichità per esterni.

In un’area espositiva di 15.000 metri quadrati, nelle strutture moderne e attrezzate di Modenafiere, si alterneranno dunque le selezionate gallerie che presenteranno le loro proposte migliori. L’imperativo della qualità quest’anno è confermato dalla presenza di
alcuni dei più prestigiosi operatori del settore e dall’estremo valore di molte opere presentate nell’occasione, come il Genio Rezzonico
di Antonio Canova proposto dalla Galleria Orsi - un busto gigante in gesso (165 cm di altezza), calco dal genio giacente situato sul lato destro del monumento a Clemente XIII Rezzonico in San Pietro - a Roma - inviato dal grande scultore nell’estate del 1794 a Girolamo Zulian per la sua dimora padovana, ove aveva allestito addirittura una “stanza del Canova” e acquistato alla sua morte da Daniele degli Oddi; o la Natura morta con violino, libro e frutta attribuito da Francesca Baldassari all’emiliano Cristoforo Munari: un dipinto di qualità superba databile negli anni dal 1703 al 1713 quando l’artista era all’apice della sua fama alla corte dei Medici, presentato al Salone
modenese da Moretti Fine Arts; una sorta di “ritorno a casa” dal momento che Munari - particolarmente rinomato sia per la sua produzione di nature morte che di trompe l’oeil - iniziò la sua carriera proprio con il patrocinio di Rinaldo d’Este, duca di Modena.

Grande interesse, per la sua importanza artistica e storica e per il legame con la città, desta lo scenografico e imponente dipinto di Guercino e scuola raffigurante Francesco I d’Este (cm 224 x 120), conservato in collezione nobiliare spagnola e proposto dalla
Cantore Galleria Antiquaria. Si tratta con probabilità di un dono del duca modenese al re Filippo IV di Spagna in occasione di un suo viaggio a corte nel 1638. Dal “Libro dei conti” di Guercino apprendiamo infatti che fu realizzato un ritratto di Francesco I e un altro della
moglie Maria Farnese, opere pagate secondo i documenti “ 630 euro scadi in data 31 maggio 1633». Attribuita al Guercino e bottega da Gianni Papi la tela presenta sullo sfondo la Ghirlandina, raramente rappresentata così chiaramente in opere antiche.

Raffinatissima la coppia di figure femminili in legno intagliato e dorato (h. 180 cm), raffiguranti
l’allegoria delle stagioni Primavera ed Estate e riconducibili alla bottega genovese di Filippo Parodi nella seconda metà del 600, che la Galleria Cuoghi esporrà al Salone modenese.
Infine, tra i tantissimi gioielli da citare, non si può non soffermarsi su un pregevole esemplare dell’ebanisteria magnifica romana della metà del Settecento qual è la Grande scrivania lastronata (238 x 120 cm di lunghezza) di Nicola Bargilli con al centro, in madreperla, le ghiande dei della Rovere, cintura tripartita e bocchette bronzee per i cassetti (Bois de rose e bois de violette, noce, cornici di testa in radica di noce, acero e madreperla) già Lepri di Rota e proveniente da Palazzo Montoro a Roma presentata da Altomani&Sons.

Tante le proposte di qualità per i dipinti dell’Ottocento ai quali è dedicato un focus specifico grazie alla concomitante Excelsior - XIV Rassegna d’Arte Italiana dell’Ottocento. Tra le molte opere che si potranno ammirare a Modena, segnaliamo intanto un raffinato Boldini Nudo di donna con calze nere firmato e datato 1885, proposto da Bottegantica così come Giornata di vento a Chioggia, opera de 1900 di Leonardo Bazzaro presentata in quello stesso anno alla Triennale di Milano.
Ancora: una suggestiva Veduta di Capo Noli di Angelo Morbelli, datata 1915, selezionata per Modenantiquaria da Enrico Gallerie d’Arte.

Nell’edizione 2015, inoltre, Modenantiquaria proporrà una collaborazione di grande interesse con la Galleria Estense di Modena di cui si attende la prossima riapertura, con l’allestimento all’interno del Salone di una sorta di wunderkammer rappresentativa delle diverse “anime” delle collezioni dei Duchi d’Este.

La mostra “La vertigine del collezionismo. Tesori nascosti dalla Galleria Estense” proporrà al pubblico di modenatiquaria una selezione affascinante di bronzi, mirabilia, ceramiche, cammei, acquamanili, avori, terrecotte oltre a disegni e dipinti, di diverse
epoche e provenienze, a evidenziare un legame ininterrotto nella tradizione modenese.
Modenantiquaria si propone infatti come un punto di riferimento importante per gli amanti dell’Arte e dell’Alto Antiquariato, in una città dalla grande tradizione collezionistica, evocata nell’immagine manifesto dell’evento da Francesco I d’Este ritratto
da Bernini, che ovviamente non sarà al Salone ma che è stato scelto come sorta di “testimonial” della kermesse in quanto artefice con la sua passione, proprio a Modena, di una delle raccolte d’arte più ammirate del XVII
secolo: un monito, un valore, una visione.

Nell’ambito della mostra promossa dalla Galleria Estense - ove si potrà ammirare anche lo Scrittoio da viaggio di Ferrante Gonzaga, attribuito a Leone Leoni (XVI sec.) - saranno esposti 4 piccoli preziosi bronzi con le Allegorie delle Quattro Stagioni realizzati da Francesco Bertos (Dolo, Padova 1678 – 1741), il cui restauro è stato finanziato dall’Associazione Antiquari d’Italia, che
per la prima volta affianca la manifestazione modenese. Provenienti dal castello del Catajo a Battaglia Terme e confluite a inizio ‘800 nelle collezioni estensi, queste straordinarie testimonianze del virtuosismo di Bertos verranno dotate di quattro basi grazie alle quali entreranno a far parte del percorso espositivo della Galleria Estense.

Leggi per intero ...

A Chianciano Terme, continua il successo di "Balle di Natale", con l'apprezzamento dei turisti e della cittadina
toscana (siena) chianciano terme

pubblicato il 14/12/2014 10:37:40 nella sezione "News"
Chianciano Terme - Balle di Natale

"Ad una settimana dall’evento molti gli apprezzamenti da parte della cittadina e dei turisti per le “Balle di Natale”

Si è svolta a Chianciano Terme e nel fine settimana dell’Immacolata, la manifestazione di Street Art denominata “Balle di Natale”; un evento voluto dall’Amministrazione Comunale e realizzato grazie alla preziosa sinergia creata con CCN, Pro Loco, Associazione Albergatori e Terme di Chianciano Spa. Una tre giorni d’arte che oltre a creare un colorato ed innovativo allestimento natalizio, ha affascinato passanti e turisti venuti a trascorrere il fine settimana nella cittadina, i quali si sono di fatto trovati coinvolti in una sorta di piccola ‘caccia al tesoro’ che li ha portati a scoprire dove fossero disposte le numerose rotoballe dipinte dai writers.

"“Chianciano Terme! Un paese per noi al top, immerso in mezzo alle colline toscane! Ospitalità eccezionale, tanto che appena arrivati, mentre disegnavamo i negozianti ci hanno subito detto che per ogni cosa avessimo avuto bisogno avremmo dovuto solo chiedere! Una borsa di materiali a testa, una camera per dormire solo per noi, un ingresso alle piscine termali, pasti offerti incredibili, un attestato di partecipazione firmato addirittura dal Sindaco.... vabè, insomma avete capito, siamo stati trattati come capita davvero raramente!”
SERA e MADKIME

"“Grande weekend quello appena trascorso a Chianciano Terme, accoglienza fantastica, posto meraviglioso, disponibilità assoluta da parte di commercianti, albergatori ed amministrazione comunale. E poi...tanta bella gente con cui dipingere e con cui, magari, trovarsi di nuovo in futuro! Grazie a Linda Coppi deus-ex-machina dell'evento, grazie all’Assessore Damiano Rocchi ed a tutta l'Amministrazione. Davvero siete stati grandi!”
SFIGGY

"“Siamo rimasti tutti molto felici dell'esperienza, in particolare volevo dirvi che sono rimasto colpito da come avete gestito tutto l'evento, mi avete letteralmente dato una lezione di vita, perché siete riusciti a centrare in pieno i desideri degli ospiti, mantenendo tutto in un contesto di ordine e armonia con la cittadinanza. Mi complimento davvero per l'operato della giunta giovane e dinamica che ci ha invitato e con tutte le altre associazioni che ci hanno offerto questo bellissimo soggiorno!”
LEN

"“Innanzitutto non dimenticherò mai il clima di gioia e l'impegno di Linda e dell’Amministrazione Comunale nel gestire l'evento, per non parlare dell'ottima accoglienza da parte dei bar che, oltre a pranzo, ci hanno ospitato durante i momenti di pioggia. Io e LEN, ma posso parlare per tutti gli altri, ci siamo trovati davvero bene. Tutti gli albergatori ci hanno trattato con molta disponibilità coccolandoci addirittura fin dal caffè mattutino! Insomma feedback 120% positivo”
MRBASCO

Queste, oltre a molte altre dei turisti che hanno assistito personalmente all’evento, sono solo alcune delle molte “recensioni” che arrivano nella casella di posta di ProLoco Chianciano Terme da parte degli artisti coinvolti nell’iniziativa, ma sono più che sufficienti per rendere l’idea sia di quanto sia stata una iniziativa apprezzata, ma soprattutto quanto sia stata gradita l’ospitalità che Chianciano Terme è in grado di dare. Ospitalità che è, e deve rappresentare - afferma il Presidente di ProLoco Stefano Barbini – una delle peculiarità principale con la quale comunicare il “prodotto Chianciano”.
L’apprezzamento dell’evento è arrivato anche da “Repubblica” che per il suo concorso on-line dedicato alla pagina Facebook di Repubblica Firenze, ha selezionato tra i comuni della Regione, sette scatti fotografici ed una delle foto è proprio di Chianciano Terme con il suo innovativo allestimento natalizio. Immagine che sarà in concorso il mercoledì 17 dicembre e potrà essere votata con “MI PIACE” da tutto il mondo della rete dalle 11:00 alle 21:00.

Leggi per intero ...

Michelangelo Pistoletto a L'Acquila con "La Venere, la Mela, il Terzo Paradiso"
abruzzo (l'aquila) l'aquila

pubblicato il 10/12/2014 09:04:50 nella sezione "News"
L'Acquila - Auditorium del Parco
10 dicembre 2014

"Continua il rapporto tra Michelangelo Pistoletto e L’Aquila, avviato con la IV edizione di RE_PLACE, la città si illumina di “nuovo” che ha visto protagonista l’artista biellese nella grande performance Il Terzo Paradiso – l’Acquila presso l’Auditorium del Parco il 10 aprile 2014, organizzata da AMA Associazione Amici dei Musei d’Abruzzo e MU6, in collaborazione con Cittadellarte - Fondazione Pistoletto, RAM radioartemobile, Artivazione e Università degli Studi dell’Aquila, il contributo di Fondazione Carispaq, BPER Banca popolare dell’Emilia Romagna, Accademia Belle Arti L’Aquila, ANCE L’Aquila e il patrocinio del Comune dell’Aquila.

Dopo la performance, alla quale hanno partecipato centinaia di aquilani di tutte le età, l’Università degli Studi dell’Aquila ha chiesto di assumere il messaggio di rinascita proprio del Terzo Paradiso e ha basato tutta la sua campagna di comunicazione per l’Anno Accademico 2014-2015 sul simbolo e le immagini della performance Il Terzo Paradiso – l’ACquila.

Questa volta Michelangelo Pistoletto incontrerà gli studenti dell’Istituto Statale di Istruzione Superiore “Andrea Bafile” (Liceo Scientifico e Liceo Artistico) mercoledì 10 dicembre 2014 alle ore 11.30 presso l’aula magna dell’Istituto.
Subito dopo, negli spazi della scuola che accolgono la Collezione Permanente di Arte Contemporanea, verranno installate una rappresentazione di un'icona dell'Arte Povera, la Venere degli stracci di Michelangelo Pistoletto, il Maestro ha messo a disposizione la raffigurazione della Venere Callipigia in scala gigante, e la Mela del Terzo Paradiso, un’opera in fil di ferro e rete metallica dedicata alla Mela reintegrata di Michelangelo Pistoletto.
Gli studenti dell’Istituto collaboreranno all’installazione della Mela del Terzo Paradiso in una performance socialmente responsabile.

Le installazioni non saranno realizzate nella loro interezza volutamente: l’incompiutezza richiama la necessità che fiorisca una volontà congiunta e condivisa nella società, per il raggiungimento di una piena responsabilità personale e collettiva.
Attraverso il gesto, non solo simbolico, di completare la Venere degli stracci e la Mela del Terzo Paradiso con il dono di propri indumenti e di lattine in alluminio, gli studenti condurranno l’artificio, cioè la scienza, la tecnologia, l’arte, la cultura e la politica a restituire vita alla Terra e, nello specifico, a L’Aquila, attraverso l’impegno a rifondarsi su comuni principi e comportamenti etici e responsabili.

Cos’è il Terzo Paradiso? Simbolicamente è una riconfigurazione del segno matematico dell'infinito. Con il “Nuovo Segno d’Infinito” si disegnano tre cerchi: i due cerchi opposti significano natura e artificio, quello centrale è la congiunzione dei due e rappresenta il grembo generativo del Terzo Paradiso. La Mela reintegrata rappresenta l’obiettivo del Terzo Paradiso, la ricongiunzione tra la sfera artificiale e la sfera naturale, quest’ultima morsa e aggredita dall’uomo in secoli di sfruttamento sconsiderato.

La Venere degli stracci rimarrà esposta presso l’Istituto fino al 31 gennaio 2015, la Mela del Terzo Paradiso entrerà a far parte della Collezione permanente della scuola. In questo modo tutti i cittadini aquilani (e non) potranno entrare nell’atrio dell’Istituto - in orario scolastico - e visitare le due installazioni.

In un momento in cui in città c’è una carenza preoccupante di istituzioni museali e luoghi espositivi per l’arte, l’Associazione Amici dei Musei d’Abruzzo e MU6 sono particolarmente grati all’Istituto Statale di Istruzione Superiore “Andrea Bafile”, al suo Dirigente Scolastico Sabina Adacher, per aver accolto la proposta di ospitare la giornata del 10 dicembre e le due installazioni temporanee di Michelangelo Pistoletto.

La Venere, la Mela, il Terzo Paradiso, L’Aquila è resa possibile grazie al prezioso impegno di Alessandro Lacisarella (Cittadellarte - Fondazione Pistoletto), Francesco Saverio Teruzzi (Artivazione), Germana Galli e Antonella Muzi (Associazione Amici dei Musei d’Abruzzo e MU6), Licia Galizia (Istituto Statale di Istruzione Superiore “Andrea Bafile”), Donatella Giagnacovo (Liceo Artistico “Fulvio Muzi”) e Debora De Flaviis.

Leggi per intero ...

A Chianciano Terme, un fine settimana dedicato alla Street Art tra writers e performance.
toscana (siena) chianciano terme

pubblicato il 26/11/2014 19:23:38 nella sezione "News"
CHIANCIANO TERME _ Vie della Città
6-7 dicembre 2014

"Il mondo dei writers con i suoi molteplici colori, sarà il centro propulsore di un evento unico ed affascinate

la Redazione

Chianciano Terme dedica all’arte contemporanea anche il fine settimana dell’Immacolata portando artisti da tutta Italia. Milano, Ravenna, Ferrara, Padova, Grosseto, Bari, Bologna, sono solo alcune delle città da cui partiranno più di 20 writers per arrivare in Toscana e dipingere, tra il 6 e il 7 dicembre, in una due giorni live, 30 rotoballe, reinterpretando il tema del Presepe. Il 6 dicembre, vedrà inoltre una particolare performance in p.za Italia dello scultore Giacomo Maria Cavina, artista internazionale che opera tra l’Italia e l’Argentina, che per l’occasione ha voluto cimentarsi in una prova artistica dedicata all’arte in strada.
Per questa volta, come afferma il presidente della ProLoco Stefano Barbini:” la direttrice artistica incaricata dalla nostra associazione, Linda Coppi, ha scelto la Street Art, per reinterpretare la tradizione natalizia e offrire al paese oltre ad un importante evento anche un artistico ed innovativo allestimento che sarà visibile sino alla fine delle festività”.

Collaborazioni importanti per creare il progetto: Centro Commerciale Naturale, Associazione albergatori, ProLoco Chianciano Terme, Terme di Chianciano e Comune, tutti insieme in concerto per realizzare un fine settimana dedicato all’arte, e come afferma Linda Coppi: “ un evento ideato per far conoscere l’arte in ogni suo genere e per far comprendere che la Street Art e tutte le sue forme espressive sono l’arte di oggi, l’arte dei giovani, ed è importante portare la collettività a capire che il mondo dei writers è fatto di veri artisti e non di vandali. Sono lieta che negli ultimi anni stiano cambiando gli atteggiamenti verso la SprayArt, che a pieno titolo sta entrando anche in Italia tra le forme d’arte più seguite, con importanti manifestazioni in città come Torino, Ravenna o Roma, solo per citarne alcune. Un evento, questo, che già dal titolo vuole essere pervaso di brio e colore, come lo è il mondo dei writers, e se vogliamo anche un po’ irriverente giocando con il dialetto toscano”

SOUR - IREK - BAZAR - AXE - MR BASCO - LEN - IMACK the CROCODILE - CHEONE - BR1 - MAD KIME ALESSANDRO LONZI - MOV - ANTRE - NICO SKOLP - MARTINùS - JAZ - SFIGGY - SERA – PSIKO- KARMA – ZAGOR – JACO. Questi i nomi da writers degli artisti che parteciperanno all’evento e che coloreranno la cittadina termale di Chianciano Terme a partire dalle ore 15:00 del 6 dicembre.




Leggi per intero ...

Fashion Vintage, Arte Orientale e argenti a Il Ponte Casa d'Aste di Milano

pubblicato il 13/11/2014 15:14:37 nella sezione "Aste"
Milano - Il Ponte Casa d'Aste
19 - 20 - 21 dicembre 2014

" alla storica casa d'Aste Il Ponte di Milano, nuove importanti vendite per inaugurare l'arrivo dell'Inverno


L’appuntamento con il Fashion Vintage è il 19 novembre. In catalogo una bellissima collezione di borse degli anni ’60 e '70 di Gucci e Roberta di Camerino in pellami e tessuti molto pregiati, non mancano naturalmente le Kelly di Hermès, abiti, bijoux e borse di Chanel, Louis Vuitton, Fendi, Cartier, Christian Dior, Prada, Yves Saint Laurent, Emilio Pucci, Krizia, diversi modelli della storica firma milanese Valextra, coloratissimi foulard di Hermès e, tra gli abiti, uno splendido Valentino Alta Moda degli anni ’80. Per i viaggiatori eleganti, valigie, beauty case, porta abiti e bauli di Goyard, Louis Vuitton, Fendi e Gucci. Infine, arrichiscono questo catalogo prenatalizio tante cinture, cravatte, pochettes, scarpe, portachiavi, orologi, portafogli e piccoli oggetti d'arredo.

Consulta il Catalogo


Il 20 novembre l'asta di Arte Orientale pone l'accento sull'arte cinese. Emerge per rilevanza artistica e per raffinatezza d’esecuzione un rarissimo paravento a dodici ante, Cina Regno di Kangxi (1662-1722) in lacca, di grande formato (cm 197 x 425), realizzato nello stile detto Coromandel, con una scena di caccia resa in madreperla, tartaruga, avorio, smalti policromi e oro, proveniente da un importante palazzo nobiliare romano, in eccezionali condizioni conservative. In Europa si ha notizia solo di un esemplare, con medesima raffigurazione, attualmente esposto al Museo Nazionale di Arte Orientale Marco Polo di Venezia. Notevole, tra le tante porcellane, una coppia di grandi vasi da salone decorati a smalti della famiglia rosa, in stile cantonese, tipici della prima metà del secolo XIX, mentre fra i bronzi si distingue un incensiere con figure di draghi fra onde marine riccamente modellato a cera persa, cesellato e dorato, risalente alla metà del XVIII secolo.
"Consulta il Catalogo


Gli Argenti ed oggetti d'arte chiudono le sessioni d'asta il 21 novembre. In catalogo oltre 300 lotti comprendenti una notevole collezione di statuine da presepe napoletane del XIX secolo, una raffinata collezione di argenti milanesi dell'800, diverse scatole in oro dalla ricercata ed elegante manifattura, una collezione di piccoli animali di Buccellati, ed infine candelieri, ciotole, zuccheriere, e piatti da portata, posate e vasi, oggetti diversi d'arredo.

Consulta il Catalogo

ASTE
19 novembre - Fashion Vintage
20 novembre - Arte Orientale
21 novembre - Argenti e oggetti d'arte

ESPOSIZIONE
14 - 15 - 16 novembre

LOTTO 1095
Louis Vuitton: beauty case in tela monogram, profili in cuoio logato e ottone, interno a due scomparti porta oggetti, misure 35x21x25 (lievi difetti)
Valutazione: € 650,00 / € 680,00
LOTTO 1150
Hermès Paris: borsa Kelly Sellier in pelle color nocciola, largh. cm 36, lievi difetti (all'interno iniziali impresse A.N.B), 1988
Valutazione: € 1.800,00 / € 2.000,00
LOTTO 1695
Raro paravento a dodici ante in lacca, decorato con scene di caccia realizzate in madreperla, tartaruga, policromia e oro
Cina, regno di Kangxi (1662-1722) realizzato nello stile detto Coromandel, (cm 197x425)
Valutazione: € 75.000,00 / € 80.000,00
LOTTO 1699
Coppia di grandi vasi in porcellana con decorazione cantonese a smalti della famiglia rosa, fencai
Cina, metà del sec. XIX, (h cm 87)
Valutazione: € 6.000,00 / € 7.000,00
LOTTO 2023
Snuffbox in oro giallo e rosa decorata sul coperchio con cane in un paesaggio entro cornice a fiori e motivi stilizzati incisi. Bordi cesellati a fiori e foglie. Interno con specchio molato. Sec. XVIII (gr 82,70)
Valutazione: € 1.900,00 / € 2.000,00
LOTTO 2027
Coppia di grandi candelieri a sette fiamme in argento cesellato fusto a tronco di piramide rovesciata da cui dipartono bracci modulati a ordini diversi. Decorazione a foglie d'acanto, conchiglie e festoni vegetali che si alternano nella base, nel fusto e nei bracci. Milano, sec. XIX (h. cm 77 - gr 10700 circa)
Valutazione: € 11.000,00 / € 12.000,00




Leggi per intero ...

Alla Fondazione Fotografia di Modena Curatori si diventa.
emilia-romagna (modena) modena

pubblicato il 13/11/2014 15:01:58 nella sezione "News"
Modena - Fondazione Fotografi
gennaio 2015

"Fondazione Fotografia Modena punta su docenti di alto profilo e collaborazioni con istituzioni internazionali per il corso che ripartirà a gennaio

la Redazione

In un settore competitivo e molto ambito come quello della curatela di mostre, in cui talvolta si procede improvvisando o grazie a conoscenze personali, l'esigenza di una formazione seria e di qualità è particolarmente sentita, soprattutto tra i giovani.
Il corso curatori di Fondazione Fotografia Modena, che prenderà il via a gennaio 2015, offre un'opportunità concreta a chi intenda intraprendere la professione del curatore. Il profilo dei docenti coinvolti - Giovanna Calvenzi, Stefano Coletto, Denis Curti, Francesca Fabiani, Claudia Löffellholz, Flavia Fossa Margutti, Christine Frisinghelli, Tiziana Macaluso, Filippo Maggia, Luca Panaro, Emanuela Sesti, Bas Vroege - non solo garantisce dei contenuti del corso, ma consente agli allievi di calarsi in una prospettiva internazionale, indispensabile per chi ha scelto questo tipo di carriera.
Uno degli aspetti più innovativi e graditi dagli allievi è inoltre la modalità in cui è strutturato il corso, che consente di frequentare anche a chi studia o ha già un'attività lavorativa. Si tratta di una settimana di frequenza al mese per cinque mesi, da gennaio a maggio; ogni settimana è dedicata a singole tematiche - dall'ideazione e progettazione di una mostra alla comunicazione e al fundraising, dagli allestimenti alle produzioni editoriali, al restauro e conservazione delle opere fotografiche, alle pratiche di scrittura. Al termine di ogni settimana è previsto un incontro con un docente tutor, che segue gli studenti nella realizzazione di un progetto curatoriale individuale.
L'offerta didattica comprende inoltre la possibilità di partecipare a trasferte formative all'estero (quest'anno è in programma la visita al salone internazionale di arte contemporanea ARCOMadrid, dal 27 febbraio al 1 marzo) e di seguire i seminari tenuti da critici, curatori ed esperti del settore italiani e internazionali organizzati all'interno delle attività formative di Fondazione Fotografia Modena. C'è inoltre la possibilità di svolgere brevi tirocini presso la Fondazione e le sue istituzioni partner.
Le iscrizioni al corso curatori 2015 sono aperte fino al 30 novembre 2014.

Leggi per intero ...

Letture d'autore alla Villa medicea di Poggio a Caiano
toscana (firenze) firenze

pubblicato il 13/11/2014 14:51:25 nella sezione "News"

Alla Gonnelli Casa d'Aste di Firenze la vendita di Manoscritti, Libri, Autografi, Stampe & Disegni

pubblicato il 11/11/2014
Alla Gonnelli Casa dAste di Firenze la vendita di Manoscritti Libri Autografi Stampe & Disegni

LUIGI MAGLI: Un nuovo senso astratto, al dì la del tempo.

pubblicato il 10/11/2014
LUIGI MAGLI: Un nuovo senso astratto al dì la del tempo.

Il Ponte casa d'Aste di Milano porta in asta pregiati Gioielli e raffinati Orologi

pubblicato il 06/11/2014
Il Ponte casa dAste di Milano porta in asta pregiati Gioielli e raffinati Orologi

Al Palazzo Tucci di Lucca la mostra antiquaria "A spasso nel Tempo"

pubblicato il 04/11/2014
Al Palazzo Tucci di Lucca la mostra antiquaria A spasso nel Tempo

All'Accademia d'Ungheria in Roma: CROSSWISE!

pubblicato il 04/11/2014
AllAccademia dUngheria in Roma: CROSSWISE!

"Il profumo della Letteratura" a Palazzo Mocenigo di Venezia

pubblicato il 03/11/2014
Il profumo della Letteratura a Palazzo Mocenigo di Venezia

Sarà dedicata alla pittura la prossima asta della milanese Casa d'Aste Il Ponte

pubblicato il 21/10/2014
Sarà dedicata alla pittura la prossima asta della milanese Casa dAste Il Ponte

'Aste a tempo' alla Libreria Antiquaria Gonnelli di Firenze

pubblicato il 21/10/2014
Aste a tempo alla Libreria Antiquaria Gonnelli di Firenze

Al Ristorante Moyé di Firenze si inaugura la mostra 'I Castelli di Puglia'

pubblicato il 21/10/2014
Al Ristorante Moy di Firenze si inaugura la mostra I Castelli di Puglia

Il Ponte casa d'Aste di Milano apre la stagione con gli arredi della veneziana ''Casetta Rossa''

pubblicato il 09/10/2014
Il Ponte casa dAste di Milano apre la stagione con gli arredi della veneziana Casetta Rossa

A Chianciano Terme la mostra ‘‘En Plein Air: Danzando con la scultura’’ di Giacomo Maria Cavina

pubblicato il 09/10/2014
A Chianciano Terme la mostra En Plein Air: Danzando con la scultura’’ di Giacomo Maria Cavina

Eccezzionale vassoio laccato in policromia

pubblicato il 02/10/2014
Eccezzionale vassoio laccato in policromia

Eccezzionale comò a due cassetti Luigi XIV

pubblicato il 26/09/2014
Eccezzionale comò a due cassetti Luigi XIV

BLUMEN MANTRA: Al Museo d’Arte Moderna Ugo Carà di Muggia la personale della pittrice FEMI VILARDO

pubblicato il 24/09/2014
BLUMEN MANTRA: Al Museo d’Arte Moderna Ugo Carà di Muggia la personale della pittrice FEMI VILARDO

Il Ponte Casa d'Aste: giornate di valutazione tra Firenze, Padova, Modena e Roma

pubblicato il 22/09/2014
Il Ponte Casa dAste: giornate di valutazione tra Firenze Padova Modena e Roma

Nasce BolognaFiere Shanghai Contemporary

pubblicato il 13/09/2014
Nasce BolognaFiere Shanghai Contemporary

Pass Key Art Festival: Chianciano Terme apre le porte all'Arte Contemporanea

pubblicato il 12/09/2014
Pass Key Art Festival: Chianciano Terme apre le porte allArte Contemporanea

Al Premio internazionale Adrenalina il romano Roberto Pinetta

pubblicato il 09/09/2014
Al Premio internazionale Adrenalina il romano Roberto Pinetta

Pass Key Art Festival: La Veldichiana Senese tra Rinascimento ed Arte Contemporanea.

pubblicato il 09/09/2014
Pass Key Art Festival: La Veldichiana Senese tra Rinascimento ed Arte Contemporanea.

Fabio Colussi presenta alla Galleria Melori & Rosenberg di Venezia ''LA LUCE DELLA MITTELEUROPA A VENEZIA''

pubblicato il 04/09/2014
Fabio Colussi presenta alla Galleria Melori & Rosenberg di Venezia LA LUCE DELLA MITTELEUROPA A VENEZIA
Clicca sui numeri per scorrere le news
1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10
Cerca antiquari, restauratori e galleristi italiani
 
ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News
A Trieste Laura Poretti interpreta lInveno Ungherese in FROZEN SHOTS  SCATTI CONGELATI
Aperte le selezioni degli artisti per la X Florence Biennale
A Chianciano Terme continua il successo di Balle di Natale con lapprezzamento dei turisti e della cittadina
Michelangelo Pistoletto a LAcquila con La Venere la Mela il Terzo Paradiso
A Chianciano Terme un fine settimana dedicato alla Street Art tra writers e performance.
Antiquariato
Il Ponte Casa dAste: giornate di valutazione tra Firenze Padova Modena e Roma
Il Ponte Casa dAste di Milano seleziona lotti singoli o intere collezioni
Le Edizioni Gonnelli: passione editoriale da due secoli.
Vuoi vendere mobili antichi quadri antichi ed oggetti d’antiquariato?
Vuoi Vendere oggetti antichi vintage o di arte contemporanea
Modernariato
Tra Arte contemporanea e antiquariato: la sfera del mondernariato
Raro Rolex venduto a Londra dalla Casa dAste Bonhams per 114.000 euro
Associazione Italiana del Giocattolo dEpoca e da Collezione
Da oggi va in asta a Wannenes di Genova il Design Italiano
Arte Contemporanea
LUIGI MAGLI: Un nuovo senso astratto al dì la del tempo.
Al Premio internazionale Adrenalina il romano Roberto Pinetta
Al Museo d’Arte Moderna Ugo Carà di Muggia la mostra personale di Claudio Mario Feruglio
Le Geometrie Applicate di FELICE VARINI
Le installazioni di palloncini di WILLIAM FORSYTHE
Arts & Crafts
Le cravatte di Livia Crispolti alla SLECTION D’T di Parigi
BRIO lazienda svedese di giocattoli compie 130 anni e li festeggia a Norimberga
Gli utenti di FaceBook diventano Giurati
Livia Crispolti: l’ultimo allievo della BauHaus
PRESENTAZIONE DEL TAVOLO IN COMMESSO REALIZZATO DALLOPIFICIO DELLE PIETRE DURE DI FIRENZE
Fiere e mostre
Alla Gonnelli Casa dAste di Firenze la mostra ALFREDO MLLER. STAMPE TEMPERE E OLI
Al Palazzo Tucci di Lucca la mostra antiquaria A spasso nel Tempo
AllAccademia dUngheria in Roma: CROSSWISE!
A Chianciano Terme la mostra En Plein Air: Danzando con la scultura’’ di Giacomo Maria Cavina
BLUMEN MANTRA: Al Museo d’Arte Moderna Ugo Carà di Muggia la personale della pittrice FEMI VILARDO
Aste
Fashion Vintage Arte Orientale e argenti a Il Ponte Casa dAste di Milano
Alla Gonnelli Casa dAste di Firenze la vendita di Manoscritti Libri Autografi Stampe & Disegni
Il Ponte casa dAste di Milano porta in asta pregiati Gioielli e raffinati Orologi
Sarà dedicata alla pittura la prossima asta della milanese Casa dAste Il Ponte
Aste a tempo alla Libreria Antiquaria Gonnelli di Firenze
Restaurare
Uffizi: nuovo restauro da Italia Nostra torna in Galleria l’Apollo seduto
Alla Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti presentazione del restauro dellopera di Elisabeth Chaplin Le tre Sorelle
 Il restauro ligneo secondo le regole dellarte
Palazzo Spinelli Istituto per larte e il restauro in Italia
Salvatore Settis su ’Caravaggio e L’antico’’
Mercatini
 A febbraio la XXIX edizione di Modenantiquaria tra tradizione e grandi novità.
Dedicata al Cinema la XX Edizione di Treviso Antiquaria
Fiera Antiquaria di Arezzo: Edizione Straordinari il 25 Aprile
Cerco Bambole Burgarella
Cerco: Bambole Lenci
Artisti
Ferdinand Van Kessel pittore olandese
Edolo Masci e il Clich-Verre
Aelita Andre: Arte o Arte del Marketing?
Giulio Cesare Procaccini (Bologna 1574-Milano 1625)
 Andrey Remnev: Visioni oniriche dell’arte contemporanea russa
Mercato dell'arte
Wannenes: eccellenti risultati dasta per larte Contemporanea ed il Design
Il Ponte Casa d’Aste: andamento del mercato per il primo semestre intervista alla dott.ssa Novarini
Giorni da record nelle aste di SOTHEBY’S
Il ponte Casa d’Aste di Milano: Importanti risultati nell’Asta di Arte moderna e Contemporanea
Il Ponte Casa dAste di Milano: interessanti vendite nelle aste di metà aprile