Galleria Sinistra
Galleria Destra
ARCHIVIO




Luciano Pasquini: dagli angoli d'ombra agli orizzonti dipinti
toscana (siena) piancastagnaio

pubblicato il 28/09/2013 08:46:44 nella sezione "Fiere e mostre"
Rocca Aldobrandesca - Piancastagnaio (SI)
fino al 3 novembre 2013

La Rwdazione
"Continuano per tutto l'autunno gli eventi espositivi alla Rocca Aldobrandesca di Piancastagnaio, location suggestiva e piena di fascino, che si riempie questa volta delle opere eteree e al contempo vivaci di Luciano Pasquini

Nell’occasione della mostra sarà presentata la nuova monografia edita da EDITORIALE GIORGIO MONDADORI
Prefazione: Tullio De Mauro - Testimonianze: Cristina Acidini, Giovanni Faccenda, Salvatore Italia,
Domenico Montalto, Claudio Strinati - Poesia: Riccardo Melotti
Durante il periodo della mostra sarà proiettato il film-documentario biografico sulla vita artistica di Luciano Pasquini,
ideato e prodotto da Michelangelo Pepe Regista RAI delle trasmissioni Superquark e Ulisse di Piero e Alberto Angela.


Leggi per intero ...

Pandolfini casa d'Aste
toscana (firenze) firenze

pubblicato il 27/09/2013 22:02:29 nella sezione "Case d'asta"
Pandolfini è stata fondata nel 1924 dal Cavalier Luigi Pandolfini con vendite di mobili, arredi ed oggetti d'arte. Nella seconda metà degli anni Quaranta, Pandolfini inizia con sempre maggiore frequenza, ad organizzare le vendite all'asta di mobili, arredi, dipinti antichi e dell'Ottocento appartenenti a grandi alberghi, a dimore e ville della nobiltà fiorentina, a grandi collezioni private che chiaramente appartengono al patrimonio del territorio toscano.
"All'inizio degli anni Cinquanta, con il crescere del livello qualitativo degli oggetti proposti e con l’intensificarsi delle sessioni d'asta, si rese necessaria la ricerca di una sede, dove presentare le aste d'arte e di antiquariato. Sono questi gli anni in cui Pandolfini trasferisce la sua attività in Borgo degli Albizi 26, al piano nobile dell’importante palazzo Ramirez Montalvo e comincia a proporre al pubblico cataloghi redatti secondo le esigenze di un mercato più esigente.

Si deve però attendere gli anni Novanta per concretizzare un più deciso cambiamento strutturale sia per quanto riguarda l’organico che la visione e l’obbiettivo di vendita che cerca di mirare ad un mercato più nazionale e internazionale rendendo l'attività di intermediazione più competitiva con la volontà di giungere rapidamente ad una gestione aziendale organizzata secondo i criteri più avanzati. I risultati ottenuti sono stati da subito evidenti e nel volgere di un decennio Pandolfini rappresenta oggi una delle prime realtà nel panorama italiano per volume di intermediazione e riconoscimento anche internazionale in tutti i campi del collezionismo. Questo grazie anche ad uno staff specializzato al servizio della clientela più esigente che cerca di interpretarne le esigenze volgendole a profitto.
Leggi per intero ...

Pananti casa d'Aste
toscana (firenze) firenze

pubblicato il 27/09/2013 21:56:03 nella sezione "Case d'asta"
"Fondata nel 1968 dall'attuale gestione, è divenuta, grazie alla sua ininterrotta attività espositiva, con mostre personali e collettive, di vendite all'asta per conto terzi affiancata dalla ininterrotta attività editoriale, punto di riferimento e d'incontro di collezionisti, critici d'arte, pittori, scultori, poeti e scrittori. Durante la sua più che quarantennale attività, volta soprattutto al sostegno dell'arte italiana - dell'Ottocento e del primo e secondo Novecento - , la galleria ha organizzato nei suoi locali più di trecento esposizioni d'arte e dato vita ad oltre 400 pubblicazioni cataloghi, monografie, collane di narrativa, di saggistica e di poesia. Organizzato aste di pittura e di scultura oltre che nella propria sede di Firenze, durante i periodi estivi, in Sicilia, Sardegna e Calabria.

L'attività editoriale ed espositiva della Galleria è volta al servizio di esposizioni pubbliche in Comuni e Musei italiani e stranieri; a Villa Malpensata, per conto del Dicastero Musei e Cultura della città di Lugano, la Galleria organizzò nel 1986 una grande mostra di pittura e di grafica. Nel 1998, per conto del Comune di Grosseto, organizzò e pubblicò il catalogo della mostra per ricordare Mino Maccari - "Nel centenario della nascita"- esposizione che per il suo alto contenuto culturale fu successivamente ospitata dalla Regione Campania a Palazzo reale di Napoli e, in Puglia, a cura della Provincia e del Comune di Bari presso la Pinacoteca Provinciale di quella città.

Per le edizioni sono meritevoli di nota: l'inizio della catalogazione a dispense dell'opera di "Mino Maccari" e dei "Disegni di Ottone Rosai", la "Catalogazione di tutte le incisioni di Giovanni Fattori nella Raccolta Franconi" a cura di Andrea Baboni con prefazione di Federico Zeri; la pubblicazione del Catalogo Generale Ragionato dell'opera Incisa di Piero Dorazio (1962-1993) a cura di Gabriele Simongini. Fra i suoi maggiori riconoscimenti editoriali ha conseguito nel 1983 con il volume di Carlo Betocchi "Memorie, racconti e poemetti in prosa", il Premio Librex-Guggenheim, Eugenio Montale per la Poesia.

Per l'attività espositiva le mostre di interesse personale più meritevoli di essere ricordate sono quelle organizzate in occasione del centenario della nascita di due tra i più importanti pittori italiani del Novecento: quella di Ottone Rosai (1995), e di Filippo de Pisis (1996), esposizioni che per la loro importanza furono organizzate sotto "L'alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica italiana". Attribuzione, questa, che viene concessa solo ad eventi culturali di grande valenza nazionale (e molto raramente concessa ad organizzazioni private). Inoltre sono da annoverare le mostre dedicate a "Giovanni Fattori, nuovi contributi",(1994); nel 1997 la mostra "Macchiaioli, nuovi contributi" a cura di Dario Durbé e quelle dedicate in contemporanea al movimento dei "Macchiaioli" e ad "Antonio Puccinelli", in occasione del centenario della morte dell'artista, in collaborazione con il Comune di Castelnuovo di Sotto (1998); la Mostra "Epocale" (quattro generazioni di artisti ed i loro movimenti a confronto): Pop, Graffiti e Cracking Art e quella monografica, dedicata all'opera di Andy Warhol (1999). Nel marzo dello stesso anno la Galleria ha iniziato con cadenze quadrimestrali (con esclusione delle pause estive) una vera e propria attività di consulenza e di vendite all'asta per conto terzi tenendo nei propri locali una importante vendita di dipinti e disegni dell'800 e del 900 e di oggettistica d'antiquariato, opere provenienti in parte dalla collezione degli eredi Ragghianti (per i dipinti ed i disegni), e dagli eredi dell'antiquario Bruzzichelli (per l'oggettistica d'antiquariato). Successivamente, in dicembre, ha effettuato la seconda vendita all'asta della stagione 1999 di dipinti, disegni e sculture dell'800 e del 900. Nell'anno 2000, in collaborazione con la Fondazione Lionello Balestrieri e con il Comune di Cetona ha pubblicato il volume sull'opera di Lionello Balestrieri, "A cento anni dal conferimento all'artista della medaglia d'oro al Salone Universale di Parigi"; nel 2001 l'Omaggio ad Ardengo Soffici "Un'arte toscana per l'Europa" a cura di Luigi Cavallo.
"Per l'Arte Moderna e Contemporanea nel 2012 sono da annoverare le mostre omaggio ad Alberto Burri e a Piero Vignozzi, nel marzo 2013 l'omaggio a Renato Guttuso "Una collezione preziosa e nel luglio-settembre l'omaggio a Mino Maccari "La commedia nell'Arte" con dipinti inediti e rari orgaqnizzato per la Fondazione Terre Medicee nel Palazzo Mediceo di Seravezza.

Tutte le esposizioni sono corredate da un ampio catalogo illustrato.
Leggi per intero ...

Bolaffi collezionismo dal 1890
piemonte (torino) torino

pubblicato il 27/09/2013 21:38:36 nella sezione "Case d'asta"
Una tradizione che dura da 120 anni
Ancora oggi susciterebbe ammirazione un brillante sedicenne - ai giorni nostri sarebbe definito un giovane imprenditore - che crea un'attività commerciale originale e la trasforma col tempo nella più importante impresa del settore. E' quanto accadde a Torino nel lontano 1890, anno in cui il giovanissimo Alberto Bolaffi abbandonò l'attività mercantile di famiglia, il redditizio commercio di pietre preziose e piume di struzzo, per dedicarsi anima e corpo alla filatelia. L'attività di filatelista e commerciante filatelico fu trasmessa dapprima al figlio Giulio, poi al nipote Alberto, e oggi al bisnipote Giulio Filippo che regge il timone dell'azienda con determinazione e intraprendenza.
Oggi l'azienda Bolaffi, divenuta nel frattempo società per azioni, opera nell'intero settore della filatelia e della numismatica, e ha ampliato il suo raggio d'azione a tutti gli ambiti del collezionismo, anche quelli più curiosi e di nicchia.
"Per noi la storia è un oggetto da collezione" è il nostro motto e la nostra ricerca che, come il tempo, non si concluderà mai: appassionata e senza limiti, cerca di fermare i millenni dentro oggetti, che sono tessere di un gioco e acquisto intelligente.
Leggi per intero ...

Una notte al museo gratis nei luoghi d'eccellenza della cultura Italiana

pubblicato il 27/09/2013 21:23:01 nella sezione "News"
Sabato 28 settembre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, l’apertura serale fino alle 24:00 dei luoghi d'eccellenza della cultura statali che partecipano all’iniziativa ''Una notte al museo'', sarà eccezionalmente gratuita. Inoltre, durante questa giornata, le porte di tutti i monumenti, le aree archeologiche e i musei statali, alcuni dei quali generalmente chiusi al pubblico, saranno aperte gratuitamente e offriranno diversi eventi promossi per esaltare le peculiarità storiche, artistiche e architettoniche di ogni luogo.
"“Il MiBACT rinnova con decisione la propria partecipazione alle Giornate Europee del Patrimonio – dichiara il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Massimo Bray – nella consapevolezza di quanto la cultura sia un fattore fondamentale per creare un autentico sentimento di cittadinanza comunitaria. Invito tutti a godere gratuitamente del nostro patrimonio e di cogliere l’occasione per scoprire o riscoprire, in un orario inconsueto, quei luoghi della cultura che aderiranno all’iniziativa Una notte al museo”

Scopri i luoghi e gli appuntamenti programmati per la Notte dei Musei

Fonte: MiBAC

Leggi per intero ...

Casa D'Aste Babuino
lazio (roma) roma

pubblicato il 27/09/2013 17:23:26 nella sezione "Case d'asta"
La Casa D'Aste Babuino, fondata da Vincenzo e Antonio De Crescenzo oltre trent'anni or sono, è situata in via dei Greci 2/a all'angolo con Via del Babuino, la via degli antiquari di Roma, da cui il nome.

È la più centrale delle case d'aste di Roma.
La Casa D'Aste Babuino annovera nel suo curriculum prestigiose vendite all'asta di arredi antichi di grandi ville, palazzi nobiliari e castelli. Ne citiamo alcune come: l'asta di Casal dei Pazzi a Roma, l'asta del castello di Giove dei Marchesi D'Aquarone e la vendita all'asta degli arredi della Cimino Cinearredamenti negli studi Cinematografici di Cinecittà a Roma.

Nella nostra sede di Via Dei Greci, 2/a in Roma le vendite all'asta hanno una cadenza mensile, da settembre a luglio.
La nostra struttura offre a famiglie e singoli, enti pubblici (comunità - singole istituzioni) ed enti privati (banche - imprese), la possibilità di vendere all'asta le opere e i beni di antiquariato, garantendo l'assistenza necessaria per inventari, perizie, trasporti etc, ed una sperimentata struttura commerciale di vendita (pubblicità - relazioni pubbliche) su tutto il territorio nazionale ed europeo.
Leggi per intero ...

Ruggero Savinio
piemonte (torino) torino

pubblicato il 26/09/2013 23:35:44 nella sezione "Artisti"
Ruggero Savinio, figlio di Alberto Savinio e nipote di Giorgio de Chirico, nasce a Torino il 22 dicembre 1934. Sua madre, Maria Morino, attrice, partecipa all'ultima tournée di Eleonora Duse, in America nel 1924. Anche per tradizione familiare, Ruggero Savinio si avvicina prestissimo al mondo dell'arte, incoraggiato dal padre, Alberto Savinio, uno dei più celebri pittori e scrittori italiani attivi a Parigi tra la fine degli anni Venti e l'inizio degli anni Trenta.
A quindici anni frequenta per qualche tempo lo studio dello zio a Roma, il più noto pittore Italiano del nostro secolo, da cui riceve importanti insegnamenti soprattutto di tecnica pittorica. Nonostante la vicinanze di due personalità così forti, Savinio trova ben presto una propria strada, allontanandosi dall'atmosfera metafisica o surrealista.

foto di I ritratti del MUSINF di Senigallia - Ruggero Passeri

Leggi per intero ...

Mimmo Nobile
calabria (catanzaro) girifalco

pubblicato il 26/09/2013 23:26:13 nella sezione "Artisti"
Mimmo Nobile nasce il 24 aprile 1955 a Girifalco (CZ).
Giunge a Roma nel 1971 ove compie studi artistici sotto la guida di Giovan Battista Salerno.
Esordisce nel 1988 con un personale alla Galleria Lombardi dietro consiglio del critico Dario Micacchi.
Partecipa a numerosi esposizioni, soprattutto nell’area romana, tra queste si ricorda una grande personale, svoltasi nel dicembre 1993, presso lo “Spazio Flaminio” a Roma, voluta dal Comune, dalla Provincia e dalla Regione Lazio.
Partecipa a numerosi esposizioni collettive in tutto il territorio nazionale, tra i quali :

Mostre collettive
1. Quarta Rassegna nazionale di pittura (carnevale e maschere)Viareggio
2. Under 35(Arte fiera 87 Bologna)
3. Premio Internazionale di pittura e grafica .(Palazzo dei mercenari) MODICA. 1988
4. “Premio Marche” Biennale d’arte contemporanea (Ancona)
5. “Premio Sulmona”
6. Galleria”:CA D’ORO”,Roma(L’arte per l’ecologia. Roma.
7. ART SOLIDARITY(complesso monumentale san Michele ripa) Roma.
8. “Primaverile A.R.G.A.M. 1999: Nuove Proposte
9. “Università degli Studi del Sannio” (Associazione ITACA).
10. “Etruria Arte”Venturina( patrocinata dalla regione toscana)1991.
11. Arte nelle mure(Gallicano nel lazio)

Mostre Personali
1986 Personale presso la Galleria “Il Canovaccio” di Roma
1987 Personale presso la Galleria “La Stadera” di Sulmona
1988 Personale presso la Galleria “Lombardi” di Roma
1988 Personale presso centro culturale (IDEA) Roma.
1989 Partecipa alla “Fiera Arte” di Bologna (su richiesta della critica)
1990 Partecipa alla “Arte Fiera” di Bruxelles
1993 Personale presso lo “Spazio Flaminio” di Roma (patrocinato dalla Regione Lazio, dalla
Provincia di Roma ed il Comune di Roma)
1994 Personale presso il Centro “Le Zitelle” di Venezia (con il patrocinio del Comune di Venezia)
1994 Personale nel Comune di Bitonto (Bari)
1995 Personale presso la Galleria “IL Faro” di Belvedere Marittima (CS)
1996 Personale presso la Galleria “Spazio Arte” di Perugina
1997 Personale presso “Palazzo Parissi” di Monte Prandone (San Benedetto del Tronto)
1997 Personale presso la Galleria “Genus” di Sa Benedetto del Tronto
1997/1998 Personale presso la Galleria “Lombardi” di Roma
1998 Personale presso la Galleria “Explorer” di Roma
1999 Personale presso la Galleria “Spazio Arte” di Perugina
2002 Personale realizzata contemporaneamente presso i seguenti palazzi: “Palazzina azzurra”,
“Palazzo Bice Piacentini” (patrocinata dal Comune di San Benedetto del Tronto)
2004 Personale presso la galleria”Genus” di San Benedetto del Tronto.
2005 XIV Quadriennale di Roma
2006 Mostra Personale/ Evento in piazza Capranica nello spazio Renzi&Partners con la collaborazione del’Assessorato all’Urbanistica, con il I° Municipio-Centro storico e la direzione ufficio Città Storica del comune di Roma.
"Hanno scritto
Eleonora Barbieri, R. Civello, Floriano De Santi, Domenico Guzzi, Dario Micacchi, L. Reghini di Pontremoli, Osvaldo Rossi, Alberto Sughi, G.B. Salerno, G. Selvaggi, Luigi Tallarico, Alberto Gianquinto, Guglielmo Gigliotti, Andrea Romoli, Marco Tonelli, Angela Guarino, Mario Padovan Angelo Calabrese, Alberto Abruzzese, Marco Burini, D. Maestosi , Zamponi,
F.Simongini, G.Simongini, L.Renzi

"Giornali e Riviste
Il Messaggero, L’Unità, Corriere della Sera, Momento Sera, La Repubblica, Il Giornale d’Italia, Gazzetta del Sud, Il Resto del Carlino, Il Giornale dell’Arte, Manifesto, Il Mattino, Latina Oggi, Il Secolo d’Italia, La Sera, Il Giornale di Calabria, Il Tempo, Adn Kronos,Corriere Adriatico, Proposte , La Gazzetta del Mezzogiorno, L’Umanità, L’Ancora, Il Quadrante, Arte, Arte In, Idea,Farnese Arte, Quadri e Sculture, Pagine bianche, Linea -quotidiano-, Testo & Senso, Idea Quadrante, Arte&Carte, Architetti.

"TV
Rai uno, Rai due, Rai tre, Rete Oro, Rete quattro, Canale cinque, Video uno, Gold tv, Telespazio
Leonardo, Teleambiente.

Leggi per intero ...

Mercanteinfiera 32esima Mostra internazionale di modernariato, antichità e collezionismo Parma dal 5 al 13 ottobre
emilia-romagna (parma) parma

pubblicato il 25/09/2013 21:57:11 nella sezione "Fiere e mostre"
Mercanteinfiera Parma dal 5 al 13 ottobre 2013
Mercanteinfiera è una vera e propria città antiquaria nella quale più di mille espositori, da tutte le piazze antiquarie europee, esibiscono le proprie scoperte a decine di migliaia di visitatori professionali, collezionisti e cultori della memoria.
Cos’è
E’ un evento unico, uno tra i più importanti appuntamenti del settore su scala europea: più di mille operatori presentano le proprie opere di modernariato, antichità e collezionismo scovate nei loro viaggi.
Migliaia di proposte preziose ma anche curiose o solamente “riscoperte di un nostro recente passato”.
Due grandi appuntamenti in primavera e autunno a Parma, nel cuore dell’Emilia e dell’Italia, a due passi dal mondo per scegliere tra migliaia di pezzi di stili diversi, verificare le tendenze del mercato, scoprire nuove filiere collezionistiche, conciliare gli affari con un piacevole soggiorno nella capitale della Food Valley, la città della cucina ma anche della musica e dell’arte.
Rivolto a quali visitatori
"• Visitatori alla ricerca dell’acquisto curioso o importante ma anche unico
• Collezionisti, i designer, gli architetti alla ricerca di materiali di ogni epoca e stile

Leggi per intero ...

Mattias de' Medici, Governatore di Siena e collezionista Sabato 28 settembre 2013
toscana (siena) siena

pubblicato il 24/09/2013 00:40:12 nella sezione "Fiere e mostre"
Pinacoteca Nazionale di Siena
Sabato 28 settembre 2013 alle ore 11:00
"In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2013 e a conclusione dell’esposizione “Mattias de’ Medici: un Principe per Siena”, sabato 28 settembre alle ore 11:00, la Pinacoteca Nazionale di Siena ospiterà la conferenza del Prof. Marco Ciampolini, docente dell’Accademia di Belle Arti di Carrara, “Mattias de'Medici, Governatore di Siena e collezionista”.

Mattias de' Medici, all'interno della famiglia regnante toscana, è sempre stato considerato un principe condottiero, per il suo lungo servizio nella Guerra dei Trent'anni prima e in quella barberina poi. Indubbiamente l'esperienza militare segnò molto il gusto del principe, fino a fargli condizionare un genere, quello della Battaglia, nato proprio nel suo secolo. Grazie a lui e alle direttive date al suo “pittore di battaglie”, Jacques Courtois detto il Borgognone, si passò dalla “battaglia con l'eroe”, celebrativa di un personaggio, alla “battaglia realistica”, documentaria dell'evento bellico o illustrante particolari fasi dell'evento. Già questo basterebbe a innalzare la considerazione di Mattias quale committente d'arte, ma a lui spetta anche un ruolo centrale per la nascita del “genere pauperistico”, ossia della pittura che innalza le figure del popolo ad eroi: poveri celebrati a figura intera in pose monumentali, ma con tutti i segni della loro miseria. Proprio Mattias commissionò due capisaldi del genere: il Ciarlatano di Bernardino Mei e il Cieco di Gambassi di Livio Mehus. Mattias fu dunque un mecenate anche per gli artisti senesi, oltre a Mei protesse, Tornioli, Petrazzi e Manetti e fece ingrandire il suo palazzo in Piazza del Duomo a Benedetto Giovannelli Orlandi, il maggiore architetto di Siena nel Seicento, trasformando l'edificio in una reggia. Dei lavori artistici promossi dal principe nel palazzo non rimane che un affresco nella sua camera da letto, ma probabilmente sotto i cannicci novecenteschi di quello che fu il suo appartamento privato si celano ancora altre decorazioni.
"Durante le "Giornate Europee del Patrimonio" del 28 e 29 settembre 2013, l’ingresso a tutti i luoghi della cultura statali è gratuito e la Pinacoteca Nazionale di Siena osserverà il seguente orario di apertura al pubblico:
- sabato 28 settembre: 8,15 - 19,15
- domenica 29 settembre: 9,00 – 13,00

Leggi per intero ...

Palazzo Spinelli Istituto per l'arte e il restauro in Italia
toscana (firenze) firenze

pubblicato il 24/09/2013 00:24:53 nella sezione "Restaurare"
IL RESTAURATORE IN ITALIA
La formazione del restauratore in Italia è oggi regolata dal Decreto Ministeriale n. 86 del 26 maggio 2009 che definisce il profilo del restauratore e degli altri operatori che svolgono attività complementari al restauro e alla conservazione dei beni culturali, ai sensi dell’art. 29 comma 7 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, Decreto Legislativo n. 42 del 22 gennaio 2004.
Il DM 86/2009 definisce i seguenti profili:
Art. 1 - Restauratore (laurea quinquennale a ciclo unico)
Art. 2 - Tecnico Restauro Beni Culturali e Collaboratore Restauratore (diploma triennale)
Art. 3 – Tecnici con competenze specifiche (diploma annuale, biennale o esperienza professionale)
Art. 4 – Esperti scientifici (laurea in chimica, fisica, biologia, geologia).
Questi tecnici intervengono in team con un progettista (restauratore laureato) e un direttore dei lavori (architetto o restauratore) sotto la sorveglianza della competente Soprintendenza.
"PALAZZO SPINELLI NELLA STORIA DELLA FORMAZIONE DEL RESTAURATORE IN ITALIA
Nel 1976 il nostro Istituto è stato il primo in Italia a contrastare il monopolio della legge n. 1089 del 1 giugno 1939, poi abrogata nel 1999, nel rispetto dei valori fondamentali della Costituzione italiana, tra cui l’articolo 33, 1° comma, che recita: "L’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento”.
Due anni dopo la legge nazionale 845 del 21 dicembre 1978 ha regolamentato la formazione professionale, delegandola alle Regioni. Ai sensi di questa legge, Palazzo Spinelli ha ottenuto nel 1980 il riconoscimento dei propri corsi di restauro (Delibera Provincia Firenze n. 1881 del 12.06.1980
. Fino ad oggi tale riconoscimento è stato concesso ininterrottamente dalla Provincia di Firenze ai sensi dell’art 17 comma 1 lettera b della L.R. 32/2002. L'ultima delibera è la n. 2347 del 27.06.2013. L’Istituto è accreditato dalla Regione Toscana con Decreto n. 1722 del 25 marzo 2003, codice accreditamento n. 545, e successivo decreto n. 373 del 6 febbraio 2009, codice di accreditamento FI0269.)
IL DECRETO 294/2000 SUI LAVORI DI RESTAURO
Il Decreto Ministeriale 294 del 3 agosto 2000 individua i requisiti di qualificazione per la categoria di opere specializzate OS2 (restauro e manutenzione ordinaria e straordinaria di beni culturali). Questo Decreto stabilisce che una ditta che occupa più di 4 dipendenti deve operare con il 20% di restauratori (laurea), il 40% di collaboratori restauratori (diploma triennale), il 40% di addetti (diploma annuale, biennale o esperienza).

L'ISTITUTO E I CORSI PER COLLABORATORE RESTAURATORE
Palazzo Spinelli ha sempre organizzato corsi professionali per Collaboratore Restauratore riconosciuti dalla Regione Toscana, diplomando 3.300 studenti di ogni parte del mondo. I corsi sono attualmente organizzati ai sensi della Legge Regionale 32/2002 e nel rispetto degli standard approvati dalla Conferenza delle Regioni italiane del 27 ottobre 2011 che ne hanno stabilito definitivamente la triennalità con 2.700 ore, il cui 60% va destinato ad attività pratiche svolte per il 60% su manufatti qualificabili come beni culturali ai sensi del Codice. Nel 2013-14 l’Istituto attiverà 4 indirizzi: Restauro di affreschi – Restauro di dipinti su tela e tavola – Restauro di materiale cartaceo - Restauro di ceramica e lapidei. I diplomati che avranno frequentato il triennio superando l’esame di Tecnico Esperto sono inseriti automaticamente nell’Elenco Nazionale dei Tecnici di restauro dei beni culturali gestito dal Ministero. Chi frequenta solo un anno o consegue solo il diploma biennale di Tecnico Qualificato non sarà inserito in alcun Elenco, ma potrà comunque operare come Addetto al restauro.

L’ISTITUTO E I CORSI PER RESTAURATORE
Palazzo Spinelli, intendendo organizzare anche i corsi universitari per Restauratore (laurea al termine del ciclo unico quinquennale), ha presentato formale istanza alla Commissione Interministeriale. Questa, dopo aver visionato la nuova sede, ha espresso un primo parere favorevole. Per evitare qualsiasi conflitto d’interessi, la gestione dell’Università deve essere svolta da un nuovo soggetto giuridico appositamente costituito. Palazzo Spinelli svolge in questo momento il ruolo di promotore di una nuova società alla quale parteciperà apportando il proprio know-how e la propria esperienza. La partecipazione a questa società è aperta a tutti: enti pubblici, operatori del settore e privati cittadini. Si prevede di avviare nel 2014-15 i primi corsi di laurea in tre percorsi formativi: 1. Restauro affreschi e lapidei – 2. Restauro dipinti e legni – 4. Restauro Ceramica. I laureati saranno inseriti automaticamente nell’Elenco Nazionale dei Restauratori di beni culturali gestito dal Ministero.

IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI
Il titolo di qualifica professionale triennale, in quanto rilasciato da una Regione delegata dallo Stato italiano, ai sensi della Legge Nazionale n. 845 del 21 dicembre 1978, è valido su tutto il territorio nazionale.
Il titolo triennale è anche valido nei Paesi dell'Unione Europea in quanto rilasciato in conformità di un SG Sistema Generale di riconoscimento, regolamentato con due direttive generali (89/48/CEE e 92/51/CEE), modificate dalla direttiva 2001/19/CE attuata dallo Stato italiano con Decreto Legislativo n. 277 dell’8 luglio 2003, art 1 lettera b. Il riconoscimento della Laurea è equipollente a qualsiasi altra Laurea Magistrale italiana o straniera.

Leggi per intero ...

L'Avanguardia russa, la Siberia e l'Oriente Firenze dal 27 settembre 2013 al 19 gennaio 2014
toscana (firenze) firenze

pubblicato il 24/09/2013 00:02:12 nella sezione "Fiere e mostre"
Kandinsky, Malevič, Filonov, Gončarova.
A Firenze, Palazzo Strozzi
dal 27 settembre 203 al 19 gennaio 2014
"Organizzazione: Fondazione Palazzo Strozzi
A cura di: John E. Bowlt, Nicoletta Misler, Evgenija Petrova

La mostra, attraverso la scoperta dei capolavori delle collezioni russe dell’Avanguardia, presenta una ricchissima esposizione di opere mai viste in Italia unendo spiritualità e antropologia, filosofia e sciamanesimo in un viaggio iniziatico verso una nuova frontiera artistica.
Una straordinaria rassegna internazionale che attraverso le opere dei grandi artisti del primo ’900 conduce il visitatore a percorrere un viaggio straordinario, in una terra di frontiera ai confini del mondo, tra ghiacci e deserti sterminati. L’arte russa infatti ha potuto attingere più di ogni altra a un Oriente dalle molteplici sfaccettature che si estende geograficamente dalle steppe dell’Asia all’India, dalla Cina al Giappone.

L'esposizione sviluppa attraverso 130 opere (79 dipinti, acquerelli e disegni; 15 sculture e 36 tra oggetti del repertorio etnoantropologico e incisioni popolari) suddivise in 11 sezioni, la complessa relazione fra l’arte russa e l’Oriente, attraverso pittori famosissimi come Wassily Kandinsky, Kazimir Malevič, Natal’ja Gončarova, Michail Larionov, Léon Bakst, Alexandre Benois, Pavel Filonov, che influenzarono lo sviluppo dell’arte moderna ormai un secolo fa. Artisti profondamente consapevoli dell’importanza dell’Oriente, che contribuirono a un ricco dibattito culturale che lasciò un segno profondo e permanente sulle teorie estetiche del tempo come sulle opere realizzate in quel periodo.
Una rassegna che mette in relazione gli esponenti principali dell’Avanguardia russa con altri artisti dell’epoca, altrettanto significativi benché forse meno noti, come Nikolai Kalmakov, Sergej Konenkov e Vasilij Vatagin, la maggior parte delle cui opere sono esposte in Occidente per la prima volta.
Leggi per intero ...

Franco sculture in legno in Val Gardena dal 1929 "Madonna di Mariazell"
trentino-alto adige (bolzano - bozen) ortisei - st. ulrich

pubblicato il 22/09/2013 19:15:08 nella sezione "Maestri Artigiani"
"FRANCO è l’ acronimo di FRANz COmploj, fondatore dell’azienda familiare. Francesco Comploj, Franz Robert Comploj, Elisabeth Pobitzer in Comploj Da ben quattro generazioni (la prima iscrizione ufficiale risale al 1929, ci dedichiamo con passione e successo alla manifattura di sculture in legno di carattere sacro e profano.

L'intaglio del legno in Val Gardena è documentato fin dagli inizi del XVII secolo.
Già allora alcuni contadini di montagna incominciarono, soprattutto nella zona tra Ortisei e Santa Cristina, a scolpire figure nel legno. I primi probabili iniziatori di tale arte, secondo la cronaca della valle, furono le famiglie dei Vinazer di Pescòsta e dei Tröbinger di Ciancél ad Ortisei, particolarmente versate in campo artistico. Le generazioni più antiche di tali famiglie avevano appreso la loro nobile arte in celebri botteghe artistiche e nelle accademie di Monaco, Vienna, Venezia e Firenze, e si dedicarono per un lungo periodo quasi esclusivamente alla scultura sacra. Soltanto in seguito si sviluppò la scultura a carattere profano. Quasi contemporaneamente alla nascita dell'intaglio del legno, fecero la loro comparsa i primi commercianti, dapprima semplici venditori ambulanti che divennero poi veri e propri distributori dei più diversi prodotti dell'artigianato artistico gardenese. Tanto che nel giro di pochi anni si venne formando in tutta Europa una fitta rete di traffici commerciali per la vendita delle numerose opere di scultura. Fu così che molte famiglie della Val Gardena si dedicarono, oltre che alla conduzione del maso, all'intaglio nel legno, alla pittura e doratura, alla costruzione di altari e alla produzione di giocattoli (nell' immagine si vede un gruppo di artigiani ed artisti ad Ortisei attorno al 1900).
Leggi per intero ...

Blindarte casa d'aste
campania (napoli) napoli

pubblicato il 20/09/2013 21:45:05 nella sezione "Case d'asta"
Una casa d’aste internazionale a Napoli
"STORIA
Nel 1979 viene fondata la Blindhouse, unico ed avveniristico caveau super-corazzato per la custodia valori e beni nel sud Italia, tra i primi nel genere in Italia.
Dopo un esperienza ultraventennale, conquistata la leadership nelle attività di sicurezza, la Blindhouse fonda la Blindarte casa d'aste, entrando così nel mercato dell'arte.
La Blindarte casa d'aste ha iniziato la sua attività di vendita all'incanto di opere ed oggetti provenienti dalle collezioni private di Napoli, città di profonda cultura e di antico e sedimentato collezionismo, con un unico appuntamento annuale che comprendeva un'ampia scelta di oggetti d'arte delle diverse tipologie. Nel giro di pochi anni, gli ottimi risultati ed un sempre crescente giro d'affari hanno spinto la Blindarte casa d'aste ad organizzare più dipartimenti dedicati alla gestione di beni di diverse tipologie, che vengono offerti nelle due sessioni di aste primaverili maggio e invernali dicembre
.
DIPARTIMENTI
Oggi la Blindarte casa d'aste è l'unica casa d'aste del centro-sud Italia membro delle associazioni nazionali ed internazionali di categoria, è leader nel mercato dell'arte nel centro-sud Italia ed è tra le case d'asta più dinamiche vantando internazionalmente record di aggiudicazioni.
La Blindarte casa d'aste è oggi suddivisa in tre differenti dipartimenti:
- DIPARTIMENTO ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
- DIPARTIMENTO DI ANTIQUARIATO, DIPINTI ANTICHI, DIPINTI XIX-XX SECOLO
- DIPARTIMENTO DI GIOIELLI ED OROLOGI
"ESPERTI
Gli esperti della Blindarte casa d'aste sono tra i massimi esperti delle singole categorie di beni.
La Blindarte casa d'aste ha la possibilità di valutare ogni tipo di bene di ogni periodo storico, ed effettua valutazioni gratuite per tutte le opere e gli oggetti che si desidera includere in asta.
Vengono regolarmente eseguite, nella massima discrezione, stime per: dipinti antichi, dipinti e sculture XIX-XX secolo,
opere d'arte moderna e contemporanea di ogni tipo: dalla pittura alla scultura, dalle installazioni alla videoarte, e poi porcellane, argenti, gioielli, orologi, arredi antichi e di design e qualunque altro oggetto di valore.
Il personale altamente qualificato è in grado, su richiesta, di eseguire trasporti assicurarti per tutti gli oggetti e le opere che andranno incluse nelle aste dei singoli dipartimenti. La Blindarte casa d'aste esegue in nome e per conto dei clienti trasporti da ogni paese verso la sede della casa d'aste di Napoli, ed è disponibile in ogni momento ad eseguire preventivi adeguati alle specifiche esigenze dei singoli clienti.

UBICAZIONE
La Blindarte casa d'aste e' situata nei pressi della Blindhouse custodia valori e beni, a Fuorigrotta, alla via Caio Duilio, proprio sotto la collina di Posillipo. L'ubicazione nel centralissimo quartiere dell'area ovest della città di Napoli è facilmente raggiungibile con ogni mezzo. Il comodo parcheggio interno custodito rende semplici tutte le operazioni di carico e scarico dei beni.
Leggi per intero ...

San Gimignano: Michelangelo Pistoletto alla Galleria Continua
toscana (siena) san gimignano

pubblicato il 20/09/2013 17:44:36 nella sezione "Fiere e mostre"
"Si inaugura domani la nuova mostra toscana di Michelangelo Pistoletto, il neo ''Nobel'' della pittura


San Gimignano, Galleria Continua
21 settembre 2013 - 07 gennaio 2014

la Redazione

Conclusa da poco con successo la monumentale personale al Louvre di Parigi, Michelangelo Pistoletto torna a esporre in Italia con un nuovo progetto per Galleria Continua: opere recenti, un’installazione site-specific pensata per la platea e un nutrito numero di nuove opere realizzate appositamente per questa mostra a partire da “Cento mostre nel mese di ottobre”. Nel libro – una sorta di ricettario di mostre e opere pubblicato dalla Galleria Giorgio Persano nel 1976 e contente 100 idee per altrettante mostre tutte pensate e descritte nel mese di ottobre – l’artista scrive: “La progettazione di queste mostre avviene nello stesso modo come per gli Oggetti in meno del 1966, dove ogni singolo elemento è il frutto immediato di una necessità contingente. L’eventuale momento esecutivo a dimensione reale, anche se sembra contraddire la logica della contingenza, obbedisce alla logica della progettazione che nel mio processo non occupa che un solo posto su cento. Infatti l’ultima mostra è riservata allo stimolo prodotto dalla viva presenza sul luogo. Questa verità può assorbire una ad una tutte le altre 99 verità tranne quella della progettazione”.
Il percorso espositivo si apre con una serie di opere del ciclo Vortice, forme organiche o geometriche tagliate in specchi bianchi e neri, presentate in cornici dorate. Positivo e negativo, pieno e vuoto, chiaro e scuro si confrontano conferendo a questi lavori una dimensione fisica e metafisica. Lo specchio nell’opera di Michelangelo Pistoletto costituisce un’immagine del mondo, tanto degli uomini e della società che dello spazio cosmico. I quadri specchianti costituiscono il fondamento dell’opera dell’artista, sia della sua successiva produzione e attività artistica, sia della riflessione teorica nella quale egli costantemente ad essi ritorna per approfondirne il significato e svilupparne le implicazioni. Pistoletto realizza i primi Quadri Specchianti nel 1962, in mostra a San Gimignano due quadri specchianti inediti, fotografie di persone colte dall’artista nelle sale del Louvre durante la visita alla mostra “Année1 - Le Paradis sur Terre”.
Lo specchio torna anche in alcune delle opere realizzate da “Cento mostre nel mese di ottobre”; oscilla appeso al soffitto creando l’effetto dell’altalena, attraversa una stanza sostenuto da un cavalletto da pittore, riflette scritte sul muro. L’effetto specchiante della polvere di mica si ritrova anche nel restauro dei vecchi quadri in mostra al piano terra della galleria.
Nello spazio torre Pistoletto colloca un’installazione luminosa che alterna 15 secondi di luce a 15 di buio e La camera ardente, così descritta nel libro: “Nel centro della sala d’esposizione una stanza più piccola, che si possa abbracciare per intiero, con lo sguardo, entrando. Questa stanzetta deve essere fatta con polistirolo di uno spessore che si lasci attraversare dalla luce. Nell’interno di questa stanza una candela accesa. L’ingresso di questa stanzetta è opposto a quello della galleria che deve essere buia.”
Leggi per intero ...

Salvatore Settis su ‘’Caravaggio e L’antico’’
lazio (roma) roma

pubblicato il 20/09/2013 08:43:29 nella sezione "Restaurare"
Restaurate le due opere di Caravaggio e Vasari, prima tappa del progetto ''I Dialoghi dell'Arte''.

Il 27 SETTEMBRE PRESSO LA GALLERIA DORIA PAMPHILJ A ROMA

la Redazione
"A conclusione dei lavori di studio e di restauro della Maddalena penitente di Caravaggio e della Deposizione di Giorgio Vasari, Salvatore Settis terrà la conferenza “Senza far disegno. Caravaggio e l’antico“ presso la Sala del Trono della Galleria Doria Pamphilj in Roma il prossimo 27 settembre alle ore 17:00.

La prima tappa del programma “I Dialoghi dell’Arte”, è stata costituita dal restauro congiunto delle due opere, interessando inoltre l’aspetto conservativo e lo studio tecnico. Fa parte del progetto. oltre alle due opere suddette, anche di un terzo importante dipinto ospitato nella Galleria Doria Pamphilj: il San Giovanni Battista, eccellente copia seicentesca del capolavoro dello stesso Caravaggio che oggi si conserva presso la Pinacoteca Capitolina. Per tutta la durata dei lavori iniziati il 28 gennaio, i visitatori della Galleria, hanno potuto ammirare le opere attraverso un vetro mentre gli specialisti procedevano nel restauro. Inoltre i visitatori hanno potuto seguire in progress la documentazione tecnica all’interno delle cornici “vuote” dei dipinti disposte su pannelli espositivi.

Leggi per intero ...
Clicca sui numeri per scorrere le news
1 - 2 - 3 - 4
Cerca antiquari, restauratori e galleristi italiani
 
ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News
Record per molti artisti da tempo trascurati nellultima asta della milanese casa daste Il Ponte
La Berti Antichità di Firenze al MercanteinFiera: Intervista ad Anna Pennella
Prorogata a Trieste la mostra del pittore Fabio Colussi
A Trieste Laura Poretti interpreta lInveno Ungherese in FROZEN SHOTS  SCATTI CONGELATI
Aperte le selezioni degli artisti per la X Florence Biennale
Antiquariato
Il Ponte Casa dAste: giornate di valutazione tra Firenze Padova Modena e Roma
Il Ponte Casa dAste di Milano seleziona lotti singoli o intere collezioni
Le Edizioni Gonnelli: passione editoriale da due secoli.
Vuoi vendere mobili antichi quadri antichi ed oggetti d’antiquariato?
Vuoi Vendere oggetti antichi vintage o di arte contemporanea
Modernariato
Tra Arte contemporanea e antiquariato: la sfera del mondernariato
Raro Rolex venduto a Londra dalla Casa dAste Bonhams per 114.000 euro
Associazione Italiana del Giocattolo dEpoca e da Collezione
Da oggi va in asta a Wannenes di Genova il Design Italiano
Arte Contemporanea
Biennale internazionale darte  a Chianciano Terme
Intervista a Roberto Sottile curatore dellVIII edizione della Biennale Magna Grecia
Simbiosi: OpenArt tra natura e storia. Una grande manifestazione darte nella riserva naturale di Pietraporciana
Venezia XXIV Mostra Internazionale d’Arte Tessile Contemporanea  dedicata a Maria Lai
 A Gorizia la V Edizione del Concorso Internazionale di Pittura DARIO MULITSCH:
Arts & Crafts
Le cravatte di Livia Crispolti alla SLECTION D’T di Parigi
BRIO lazienda svedese di giocattoli compie 130 anni e li festeggia a Norimberga
Gli utenti di FaceBook diventano Giurati
Livia Crispolti: l’ultimo allievo della BauHaus
PRESENTAZIONE DEL TAVOLO IN COMMESSO REALIZZATO DALLOPIFICIO DELLE PIETRE DURE DI FIRENZE
Fiere e mostre
A Chianciano Terme la mostra 8 Donne per l8 marzo
Alla Gonnelli Casa dAste di Firenze la mostra ALFREDO MLLER. STAMPE TEMPERE E OLI
Al Palazzo Tucci di Lucca la mostra antiquaria A spasso nel Tempo
AllAccademia dUngheria in Roma: CROSSWISE!
A Chianciano Terme la mostra En Plein Air: Danzando con la scultura’’ di Giacomo Maria Cavina
Aste
Il Ponte Casa dAste di Milano programma le aste dautunno
Alla storica casa dAste il ponte arrivano in Asta le opere di Arte Moderna e Contemporanea
A Milano lAsta di Primavera de Il Ponte Casa dAste
Al Ponte Casa dAste di Milano la prima asta dellanno con forte ripresa per lantiquariato.
Fashion Vintage Arte Orientale e argenti a Il Ponte Casa dAste di Milano
Restaurare
Uffizi: nuovo restauro da Italia Nostra torna in Galleria l’Apollo seduto
Alla Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti presentazione del restauro dellopera di Elisabeth Chaplin Le tre Sorelle
 Il restauro ligneo secondo le regole dellarte
Palazzo Spinelli Istituto per larte e il restauro in Italia
Salvatore Settis su ’Caravaggio e L’antico’’
Mercatini
 A febbraio la XXIX edizione di Modenantiquaria tra tradizione e grandi novità.
Dedicata al Cinema la XX Edizione di Treviso Antiquaria
Fiera Antiquaria di Arezzo: Edizione Straordinari il 25 Aprile
Cerco Bambole Burgarella
Cerco: Bambole Lenci
Artisti
Ferdinand Van Kessel pittore olandese
Edolo Masci e il Clich-Verre
Aelita Andre: Arte o Arte del Marketing?
Giulio Cesare Procaccini (Bologna 1574-Milano 1625)
 Andrey Remnev: Visioni oniriche dell’arte contemporanea russa
Mercato dell'arte
Wannenes: eccellenti risultati dasta per larte Contemporanea ed il Design
Il Ponte Casa d’Aste: andamento del mercato per il primo semestre intervista alla dott.ssa Novarini
Giorni da record nelle aste di SOTHEBY’S
Il ponte Casa d’Aste di Milano: Importanti risultati nell’Asta di Arte moderna e Contemporanea
Il Ponte Casa dAste di Milano: interessanti vendite nelle aste di metà aprile