Galleria Sinistra
Galleria Destra
ARCHIVIO




Premio 'Renaissance Man of the Year Award' al filantropo Leonard A. Lauder, la premiazione ad aprile in Italia

pubblicato il 31/01/2014 12:35:19 nella sezione "News"
"La Fondazione Palazzo Strozzi Usa ha deciso di conferire il Premio 'Renaissance Man of the Year Award' al filantropo Leonard A. Lauder, presidente emerito di Estee Lauder Companies, nel corso di una cerimonia che si terrà a Firenze, il prossimo 23 aprile.

la Redazione

La premiazione sara' uno degli eventi conclusivi dell'Anno della Cultura Italiana negli Usa, l'iniziativa del ministero degli Esteri che ha portato nell'anno scorso, Oltre Oceano, centinaia di eventi culturali di richiamo. Un successo tale da indurre gli organizzatori a prorogare la manifestazione fino ai primi mesi del 2014. La cerimonia si terra' quindi, per la prima volta, non a New York, nella sede di rappresentanza negli Usa della Fondazione Palazzo Strozzi e dell'Associazione Partners Palazzo Strozzi, ma in Italia, per sottolineare il valore del legame transatlantico.

""L'azione e la visione di Leonard Lauder nel mondo degli affari, nella filantropia, nell'arte e nell'educazione riflettono in pieno i valori umanistici che fanno parte dell'eredità del rinascimento'', ha sottolineato in una nota il Consiglio di Palazzo Strozzi Foundation Usa.

La leadership di Lauder, nel gruppo dal 1958, ha contribuito a farlo diventare uno dei colossi mondiali nella produzione di prodotti cosmetici di qualità. Con una fatturato annuo di circa 10 miliardi di dollari, Estee Lauder oggi ed è presente in oltre 150 paesi del mondo con 30 marchi di primo piano nel settore della cosmesi.
Leonard Lauder sostiene inoltre varie attivita' filantropiche tra cui l'Alzheimer's Drug Discovery Foundation, di cui è co-fondatore e presidente, e la Evelyn Lauder Breast Center al Memorial Cancer Center di New York, uno dei primi centri al mondo per la cura del cancro al seno. Nel 1977 è diventato membro del Cda del Whitney Museum of American Art di New York, di cui oggi è presidente emerito, e proprio nel 2013 ha annunciato la generosa donazione della sua notevole collezione di opere cubiste al Metropolitan Museum of Art di New York.
Leggi per intero ...

Arma dei Carabinieri: Sequestrate due anfore romane a Venafro
molise (isernia) venafro

pubblicato il 31/01/2014 11:48:07 nella sezione "News"
"L'arma dei carabinieri ha sequestrato le due anfore rinvenute all'interno di un abitazione privata

la Redazione

Sono state rinvenute a Venafro, in seguito ad un perquisizione domiciliare, due anfore romane databili al I sec. d.C. I due reperti archeologici, conservati finora illegalmente nell’abitazione di due cinquantenni, sono stati sottoposti a sequestro e saranno conservati in un museo storico, in quanto di proprietà demaniale. La coppia è stata denunciata alla competente Autorità Giudiziaria e ora il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Venafro su delega della Procura della Repubblica di Isernia indaga per accertare come i due siano venuti in possesso dei beni. Una delle piste seguite è quella del mercato illegale della provincia casertana.

Immagini di repertorio
Leggi per intero ...

E' in arrivo a Bologna la Ragazza con l'Orecchino di Perla ed è boom di prenotazioni
emilia-romagna (bologna) bologna

pubblicato il 31/01/2014 10:14:03 nella sezione "News"
"attesa a Bologna come una regina, che dal'8 febbraio tutti potranno ammirare in tutto il suo fascino

la Redazione

Si aprirà a breve quello che già è previsto come uno degli appuntamenti più importanti ed attesi del 2014 organizzati da Genus Bononiae con la curatela di Marco Goldin di Linea d'ombra e che vede oltre al celebre ritratto di Vermeer una selezione di 36 opere dei grandi maestri della pittura olandese del XVII secolo, provenienti dalle collezioni del Maurtshuis dell'Aia

La mostra "La ragazza con l'orecchino di perla - Il mito della Golden Age da Vermeer a Rembrandt capolavori dal Mauritshuis" che apre a Palazzo Fava l'8 febbraio prossimo per restare nel capoluogo felsineo sino al 25 maggio, concluderà il suo tour internazionale in Italia dopo essere stata esposta a Tokyo e a New York.

""La mostra che inauguriamo a Palazzo Fava - spiega Marco Goldin - non è però la medesima del tour internazionale. Abbiamo invece 'smontato' e 'ricostruito' quella mostra, selezionando altre opere dal Maurtshuis per creare un percorso originale alla ricerca della cosiddetta 'Golden Age' olandese e ricontestualizzare l'opera di Vermeer in una cornice unica e che speriamo incontri l'interesse del grande pubblico"

In prevendita sono già stati venduti più di 100mila biglietti e si aspetta un'affluenza di pubblico che superi le 230mila presenze, per questo gli organizzatori hanno pensato di prorogare l'orario di apertura. Un primo test verrà fatto l'8 febbraio nel giorno del debutto, con Palazzo Fava aperto sino alle 2 di notte

Leggi per intero ...

Passioni milionarie: macchine introvabili battute all'asta da Bonhams

pubblicato il 31/01/2014 09:32:06 nella sezione "Mercato dell'arte"
"Si è chiusa la scorsa settimana l'asta Scottsdale dove la storica casa d'aste Bonhams ha portato in asta macchine sportive, arrivando ad interessantissimi risultati

la Redazione

Terza asta annuale di Bonhams, dedicata alla Settimana Car Scottsdale. Un successo folgorante, arrivando quasi a raddoppiare il fatturato dello scorso anno e quadruplicando quello dell'anno precedente, avutosi nelle aste del solito settore

Tenutasi giovedì 16 gennaio, sono accorsi compratori da tutto il mondo, sia fisicamente che on-line che telefonicamente.Diverse auto sono stati al centro di una battaglia al rilancio, in particolare le italiane Alfa Romeo e Ferrari. Due modelli particolari, presenti nell'immaginario collettivo e che tanto hanno fatto sognare intere generazioni come l'Alfa Romeo guidata da Lupin III nel celebre ''anime'' giapponese.

L'inimitabile 1931 Alfa Romeo 6C 1750 Supercharged Zagato Gran Sport Spider, infatti ha raggiunto un nuovo record d'asta mondiale chiudendo a 3,08 milioni dollari, mentre la sportiva splendida racing 1951 Ferrari 212 Export Berlinetta - è stato acquistata per 3,19 mila dollari da un collezionista americano seduto tra il pubblico dopo una battaglia lunga e vivace di offerte tra altri collezionisti sulla rete e al telefono. Un'altra splendida Ferrari è stata al centro di un'accesa contesa, la 1966 Ferrari 275 GTB/6C che ha chiuso, superando la stima di pre-vendita a 2,64 ml di dollari, mentre il pluripremiato 1968 Ferrari 330 GTC ha raggiunto un prezzo significativo di vendite di 803 mila dollari, mentre il meraviglio 1936 Mercedes-Benz 500K Supercharged Sport Phaeton si aggiudica gli applausi per lo splendido stato di conservazione divenendo un interessante oggetto per i collezionisti di tutto il mondo, è stato aggiudicato per 1,43 ml didollari.

James Knight, Gruppo Motoring Director presso Bonhams, ha commentato: "Il nostro reparto ha avuto una forte crescita nel 2013 e con questa asta abbiamo confermato questa tendenza per il 2014. Sempre di più ci vengono affidate automobili di fascia alta e per noi è importante arrivare ad avere risultati più che importanti, per mantenere la fiducia dei nostri clienti. Vi aspettiamo per la nostra prossima asta al magnifico Grand Palais di Parigi il mese prossimo. "

Articoli correlati:Auto e Moto d'epoca

Leggi per intero ...

Corsi Arte Antiquaria - IL GIOIELLO NEL XX SECOLO: Materiali, tecniche, stili e protagonisti
lombardia (milano) milano

pubblicato il 30/01/2014 10:49:15 nella sezione "News"
"Corsi Arte Antiquaria apre le nuove iscrizione per i prossimi corsi specialistici. Imperdibile il corso sulla gioielleria del XX secolo


In Italia l’arte della gioielleria ha radici antiche e ancora oggi essa rappresenta una risorsa economica e culturale importante; sue peculiarità tecniche, funzioni storiche e valenze estetiche suscitano passione e desiderio di conoscenza. Nel gioiello convergono significati profondi che investono la sfera spirituale, culturale, politica, economica; attraverso la sua frequentazione si possono affinare propensioni estetiche individuali e capacità di analisi stilistiche e commerciali. In questo corso, ricreando gli opportuni collegamenti con i settori delle arti visive, decorative e con la moda, il gioiello del XX secolo sarà indagato attraverso un’attenta valutazione tecnico-stilistica fondamentale per una sua corretta ricollocazione storica e attribuzione ideativa. A integrazione della sezione storico-stilistica, parte delle lezioni verterà sull’analisi del mercato e dell’immagine aziendale dei più rappresentativi marchi del XX secolo.

Consulta la lista dei corsi di ‘’Corsi Arte Antiquaria''

DALL'IDEALE NEOCLASSICO ALL'ESTETICA ROMANTICA: L’arte in Europa dal 1789 al 1848

LA STAMPA D’ARTE

ARTE CONTEMPORANEA

STORIA DEL DESIGN

CERAMICA EUROPEA

GIOIELLI ANTICHI

ARGENTI EUROPEI

MOBILI EUROPEI 2: Storia del Mobile in Italia e in Europa 1770-1850

CORSO MONOGRAFICO. L’ANTICO CHE VERRÀ: falsi miti nella storia del mobile

STILISTICA

ICONOGRAFIA

E MOLTI ALTRI…


Leggi per intero ...

Nasce il progetto: "Al museo con...Patrimoni narrati per musei accoglienti"
lazio (roma) roma

pubblicato il 30/01/2014 09:17:40 nella sezione "News"

"Il progetto "Al museo con...Patrimoni narrati per musei accoglienti" è nato da un'idea scaturita dalla collaborazione tra il Museo Nazionale Preistorico Etnografico “Luigi Pigorini” e il Museo Nazionale d’Arte Orientale “G. Tucci” di Roma con l'intento di valorizzare il rapporto che i due Istituti intrattengono da tempo con il territorio della città di Roma e con i rispettivi nuovi pubblici di riferimento.

la Redazione

Il progetto, che ha avuto inizio nell’aprile 2013 e terminerà a giugno 2014, si propone di introdurre nel campo della comunicazione museale e delle strategie di educazione al patrimonio una possibilità di fruizione delle collezioni originale e inedita, che sfrutti in modo originale le potenzialità delle nuove tecnologie.
"Al museo con... Patrimoni narrati per musei accoglienti" intende promuovere forme alternative e innovative di visita alle collezioni permanenti ed è animato dalla convinzione che i contenuti scientifici del museo possano essere comunicati anche in modo informale e ludico, in modo da dare un senso attuale e dinamico al patrimonio, concetto che oggi tende ad essere sempre più in relazione con le cosiddette "comunità interpretanti".
Il progetto si avvale della collaborazione di ben 11 partner extraistituzionali e si fonda su un approccio partecipativo e multi-vocale alla conoscenza del patrimonio che coinvolge attivamente alcune categorie di visitatori esemplari (migranti, persone con disabilità, artisti, collezionisti, giovani studenti) nell'osservazione e nella presentazione in forma narrativa degli oggetti esposti.
Il focus sta nella realizzazione di percorsi di visita multimediali, costruiti nell'ambito di di laboratori di narrazione e scrittura su particolari oggetti delle esposizioni permanenti dei due musei nazionali, presentati con la tecnologia della realtà aumentata da guide “speciali”.
Al termine del progetto, i visitatori potranno scegliere di utilizzare un Tablet, disponibile presso le biglietterie dei due musei, grazie al quale fruire dei percorsi realizzati insieme agli studenti dell’Istituto Comprensivo “Daniele Manin”, ad un gruppo di rifugiati afgani dell’associazione FOCUS – “Casa dei diritti sociali”, a cittadini migranti delle associazioni Kel’Lam e Comunidad Peruana di Roma e insieme ai referenti delle associazioni Kiasso e CREI che renderanno fruibile un percorso in LIS.
"Al museo con... Patrimoni narrati per musei accoglienti”, coordinato da Vito Lattanzi del Museo Pigorini, si giova della collaborazione in forma di consulenza del Politecnico di Milano – Dipartimento di Progettazione dell’Architettura (DPA), di Icom Italia - Commissione tematica “Accessibilità museale” e dell’Ente Nazionale per la Protezione e l'Assistenza dei sordi (E.N.S. - ONLUS)
A livello territoriale il partenariato include, inoltre, l’Istituto Comprensivo “Daniele Manin”, l’Istituto Istruzione Superiore Roberto Rossellini, la Scuola Internazionale di Comics S.A.S. di Alfredo Caterini & C., l’Associazione FOCUS - “Casa dei diritti sociali”, l’Associazione Culturale Kel ‘Lam, l’Associazione Comunità Peruviana di Roma, Kiasso - Turismo Internazionale per Sordi ONLUS e CREI - Cooperativa Sociale di Interpretariato Ricerca Formazione LIS.
A settembre 2013 sono partiti i laboratori di narrazione e scrittura ed è stata creata la Commissione nazionale per la realizzazione del Glossario di termini disciplinari paletnologici e antropologici in Lingua del Segni Italiana (LIS). I “percorsi narrati” e le visite multimediali saranno disponibili a partire da giugno 2014.
Il progetto è sostenuto dalla Direzione Generale per le Antichità ed è stato ammesso al finanziamento del MiBACT in seguito alla partecipazione al bando “Promuovere forme innovative di partecipazione culturale”, promosso dalla Direzione Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale con Circolare n. 7/2012.

Fonte: MiBACT
Leggi per intero ...

TEFAF: A spasso con Cristie's

pubblicato il 30/01/2014 08:48:30 nella sezione "News"
"In occasione di TEFAF 2014, che aprirà i battenti a Maastricht il prossimo 14 Marzo, Christie’s in collaborazione con la Abercrombie & kent propone un viaggio dedicato alla fiera d’arte più importante al mondo.

la Redazione

Un cicerone d'eccezione, il professor Dr. Dirk Boll, Delegato Europeo della famosa casa d’aste, che introdurrà tutte le maggiori gallerie che parteciperanno alla fiera oltre a guidare i visitatori in un imperdibile tour di Maastricht e della zona del Basso Reno con le sue cattedrali, i suoi musei e le collezioni private, garantendo un’indimenticabile esperienza culturale nel cuore dell’Europa.

L’iniziativa di Christie’s che prevede una durata complessiva di 5 giorni, comprende l’ingresso VIP esclusivo a Tefaf 2014, al Vernissage e all’Anteprima; la visita alle collezioni private in Belgio e in Germania; i tour del Bonnefantenmuseum a Maastricht, alla Langen Foundation a Neuss e altri poli museali.

Per info clicca qui

Leggi per intero ...

La street art: i nuovi investimenti per i collezionisti di domani

pubblicato il 29/01/2014 11:41:24 nella sezione "Mercato dell'arte"
di Linda Coppi
" Disprezzata, sfruttata, ammirata, copiata, colpita, insultata, strumentalizzata..La protagonista di questo momento storico, irresistibile per alcuni ed inaccettabile per altri. Percepita come strumento di aggregazione, di vendita e di rivendicazione. Maschera per artisti e trampolino per arrivisti. Nel bene e nel male.. THIS IS STREET ART! – cit. Satoboy

Un’arte particolare, dove la critica mondiale è controversa, diversificata da Nazione a Nazione, eppure un’arte seguita a volte molto più dell’arte contemporanea ‘’su tela’’.

Piccole perfomance o grandi installazioni fanno parlare il mondo. Artisti affermati con quotazioni di mercato importanti , ma che vivono nell’ombra, come l’artista Banksy che ha sconvolto la Grande Mela nel mese di ottobre, con installazioni in tutti i grandi quartieri della città, fino a destabilizzare il mercato con una performance tutta particolare: fa vendere le proprie opere per 60 dollari da un anonimo anziano signore in una bancarella ed avere poi un risultato d’asta su Bidding For Good a novembre per l’opera ad olio ‘’Paesaggio con Nazzista’’ (The banality of the banality of evil) di 615mila dollari!

Artisti che in molti Stati sono visti come vandali, e pertanto perseguibili dalla legge. Artisti camuffati da quelli che in Italia chiamiamo ‘’madonnari’’ che riescono, con virtuosi e spettacolari murales illusori o con trompe oeil architettonicamente strutturati sull’asfalto, a stupire i passanti.

In Italia la questione della street Art è controversa, da Milano e Bologna che condannano i writers con multe e detenzione a Bari che per opera del sindaco Michele Emiliano è il primo comune in Italia ad aver istituito un Albo dei writers, dove l’iscrizione consente a chi pratica la Street Art di avere la disponibilità di un muro cittadino per dipingerlo in piena libertà e regolarità. O ancora percorrendo la penisola troviamo gli atteggiamenti contrastanti di Roma, Napoli e Firenze, mentre unica città in questo senso all’avanguardia è Torino che con altre località estere moltiplicano i loro sforzi per organizzare festival e kermesse a tema.

Ma il mondo della Street Art esiste ed è sempre più palpabile sulla rete, basta guardare i numeri dei SocialNetwork come FaceBook dove vi sono due grandi pagine dedicate che complessivamente raggiungono quasi i 1,7milioni di ‘’mi piace’’: Street Art Utopia con c.a. 1,5 ml di persone e Graffiti&StreetArt con ca. 150 mila seguaci.
Le performance dell’arte di strada sono molteplici dalle installazioni, ai murales a vere e proprie architetture illusorie sino a piccoli disegni creati da stencil. L’immagine dell’articolo ad esempio, è ciò che troviamo all’ingresso del porto di una delle più belle città europee: Lisbona, un’opera magnifica che ha in se tutta l’essenza di una città di mare.

Paradossalmente le ville, i palazzi signorili o le sedi del potere in Italia, come molti altri Stati sono da sempre stati caratterizzati da importanti decorazioni. Dal Medioevo all’epoca moderna sino ad arrivare all’avvento del cemento armato, tutte le più importanti costruzioni sono state decorate con stucchi, rilievi e affreschi. Oggi personalmente vedo la Street Art come un’evoluzione di questa esigenza, amplificata dalle possibilità comunicative . Immagino un muro come un immenso foglio di carta dove poter esprimere le proprie emozioni ed in questo il primo grande esempio lo abbiamo avuto da Pablo Picasso con i Murales di Oslo.

E’ comprensibile la paura di molti per cui non tutti possano ‘’affrescare’’ un muro, ma questa a mio avviso è la stessa cosa che imbrattare una tela magari di fattura pregiata!

Leggi per intero ...

A Firenze ''Scritture di Luce 2014'' un febbraio costellato di appuntamenti
toscana (firenze) firenze

pubblicato il 29/01/2014 10:26:38 nella sezione "News"
"Si apre Sabato 1 Febbraio presso la Libreria Brac la VI° Edizione della Rassegna “Scritture di Luce”

Un febbraio costellato di appuntamenti con gli autori e i fotografi, organizzati dall’Associazione Culturale Deaphotoin collaborazione con la Libreria Brac e le Case Editrici, Contrasto, Postcart e Silvana Editoriale. A presentare autori e fotografi Sandro Bini e Michelangelo Chiaramida curatori del Progetto. Gli appuntamenti si ripeteranno ogni sabato del mese di Febbraio sempre alle ore 18.

Si inizia il 1 Febbraio con Fausto Giaccone con MACONDO. The world of Gabriel García Márquez (Postcart).

A seguire, l’8 Febbraio, Fausto Podavini, presenterà il suo recente progetto editoriale Mirella (Silvana Editoriale) vincitore primo premio sezione Daily Life del World Press Photo 2013, interverrà Sandro Iovine Direttore della rivista “Il Fotografo”.

Il 15 Febbraio appuntamento con il viaggio fotografico di Marco Bulgarelli, Danubius (Postcart)

Chiude la Rassegna il 22 Febbraio, Francesco Zanot con il suo recentissimo libro-intervista al grande fotografo americano Alec Soth, Conversazioni intorno a un tavolo.

Tutti gli incontri sono a ingresso libero.

Leggi per intero ...

Da poco Chiuse le porte di ARTE FIERA 2014: Grande successo e mercato in ripresa
emilia-romagna (bologna) bologna

pubblicato il 29/01/2014 08:58:22 nella sezione "News"
"Si è chiusa da poco la 38esima edizione di Arte Fiera. Grande successo: per i numeri dell’esposizione, la risposta dei visitatori in fiera come sul web e sui social, i risultati economici, la presenza dei giornalisti.

Affluenza massiccia già giovedì 23 nel giorno del vernissage con 8.000 presenze e poi a crescere nei giorni di apertura al pubblico, soprattutto nel week end, con lunghe file alle casse ben prima dell’apertura degli ingressi. Alle 17 di ieri, giorno di chiusura della Fiera internazionale dell’Arte moderna e contemporanea, le presenze registrate sono state 47.500, circa il 15% in più di pubblico rispetto all’anno scorso, che nei quattro giorni di manifestazione ha visitato le 172 gallerie presenti (+ 25% negli ultimi due anni) per oltre 2000 opere e più di 1.500 artisti, 127 i collezionisti ospiti e ben 3.500 circa quelli che sono venuti in visita.
"Una “piattaforma di riferimento per tutti i galleristi e il sistema dell’arte italiana, un evento culturale per il Paese e per Bologna che deve saper proporre arte,sperimentazione e tecnologia con contenuti di profilo e originalità”
ha sottolineato il presidente di BolognaFiere, Duccio Campagnoli, durante la conferenza stampa in cui si è fatto il bilancio della 38esima edizione della Fiera internazionale d’Arte Moderna e ontemporanea. Produrre cultura paga, ha evidenziato Campagnoli, confermando numeri con il segno più anche sotto il profilo dei risultati economici. E, ancora, oltre mille giornalisti accreditati e numeri su web e social lievitati in confronto all’edizione
scorsa tanto da fare di Arte Fiera la fiera d’arte in Italia più seguita sui social (15.200 interazioni nei giorni della manifestazione).
Con il presidente Campagnoli, all’incontro con i media erano presenti anche i direttori artistici Claudio Spadoni e Giorgio Verzotti, entrambi riconfermati per l’edizione 2015, e Annamaria Gambuzzi, presidente dell’Associazione Nazionale delle gallerie d’arte moderna e contemporanea.
"“Il riscontro è assolutamente positivo – ha osservato Gambuzzi – è tornato un clima
favorevole che si era un poco perso a causa della situazione di crisi generale. Questi
giornisono stati un continuo bagno di folla e di collezionisti che hanno lavorato bene.Ho
raccolto impressioni molto positive da parte dei galleristi. Il bello di Arte Fiera sta
proprio nelsapere offrire proposte consolidate assieme alle giovani esperienze”.

Le Fiere sono fatte per vendere o comunque per accrescere il mercato di chi vi partecipa. Come si è evidenziato sin dalla giornata di apertura, questa edizione di Arte Fiera ha decisamente goduto di buone stelle. Vendite concluse ma anche molti “contatti
utili”, da concretizzare, con la giusta calma, tra le pareti della galleria o in casa
dell’acquirente. Particolarmente coinvolto, da una prima stima, il periodo dal secondo
dopoguerra agli anni ’70.
Premiante la nuova Arte Fiera – che ha aperto alla seconda metà dell’’800, alla fotografia e ai Paesi dell’Est Europa fino ad includere la presenza di opere di importanti gallerie d’arte contemporanea cinese, con una speciale esibizione di inchiostri che ha anticipato i contenuti della nuova edizione in Cina di BolognaFiere Sh Contemporary dal 12 al 14 settembre 2014.


Leggi per intero ...

''Ieri e Oggi'' una mostra d'arte contemporanea alla Giamblanco di Torino
piemonte (torino) torino

pubblicato il 28/01/2014 11:51:06 nella sezione "Fiere e mostre"
Torino - Galleria Giamblanco
30 gennaio 2014 - 2 marzo 2014
" A Torino, all'interno della nuova sede della Galleria Giamblanco, un'esposizione di opere contemporanei completeranno l'affascinante percorso dedicato agli antichi maestri

In occasione della prestigiosa esposizione “Accademia Italia” presso la Pinacoteca Albertina di Torino,che mette insieme, per la prima volta nove maestri docenti nelle Accademie storiche italiane,la Galleria Giamblanco, all’interno della sua collezione di antichi maestri, ha il piacere di esporre nove opere messe a disposizione direttamente
dagli artisti in una mostra dal titolo
“ieri e oggi”.

Artisti in mostra:
Luca CACCIONI - Luigi CARBONI - Marco CINGOLANI - Omar GALLIANI - Gaetano GRILLO Albano MORANDI - Stefano PIZZI - Nicola SALVATORE - Aldo SPOLDI
Leggi per intero ...

UNA VOLTA NELLA VITA: Tesori dagli archivi e dalle biblioteche di Firenze
toscana (firenze) firenze

pubblicato il 28/01/2014 08:52:33 nella sezione "Fiere e mostre"
Firenze - Sala Bianca di Palazzo Pitti
28 gennaio 2014 - 27 aprile 2014

"Tre documenti archivistici di Michelangelo; un disegno di Raffaello; il certificato di battesimo di Leonardo da Vinci e un altro testo che reca le sue postille; una lezione scritta di Galileo sull’Inferno di Dante; opere di Andrea Mantegna, Alessandro Allori e Giovanni Stradano; autografi di Girolamo Savonarola, Poliziano, Cosimo I de’ Medici, Joachim Winckelmann, Ugo Foscolo, Giuseppe Pelli Bencivenni, Giovanni Fabbroni, Pietro Vieusseux, Eugenio Barsanti, Vasco Pratolini, Eduardo De Filippo e Dino Campana, del Premio Nobel Eugenio Montale, presente anche con due inediti acquerelli.
Tutto questo, e molto altro, è possibile ammirare nella mostra, che apre il programma di “Un anno ad arte 2014” dal titolo Una volta nella vita. Tesori dagli archivi e dalle biblioteche di Firenze in programma dal 28 gennaio al 27 aprile 2014 nella Sala Bianca di Palazzo Pitti.
Promossa dal Polo Museale Fiorentino, in collaborazione con la Soprintendenza Archivistica della Toscana, la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, il settore Biblioteche, Archivi, Istituti Culturali della Regione Toscana, Firenze Musei e l’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, la mostra nasce da un progetto sostenuto dalla Fondazione Florens per i beni culturali e ambientali, è diretta da Alessandro Cecchi (Direttore della Galleria Palatina) e curata dallo studioso e storico Marco Ferri.

Obiettivo dell’esposizione -che propone all’attenzione dei visitatori ben 133 pezzi tra documenti manoscritti, libri e disegni, provenienti da 33 enti cittadini -è offrire a tutti l’opportunità “unica” di ammirare una selezione di tesori cartacei custoditi in alcuni dei principali “scrigni” culturali della città. E tra questi non mancherà una selezione di inediti, sequenza di “mai visti” di carta che arrivano da vari archivi e biblioteche. Il primo riguarda Michelangelo Buonarroti ed è una paginetta recante alcuni Schizzi di blocchi di marmo con sagoma per una crocifissione, in pratica le istruzioni per “cavare” dalla montagna alcuni blocchi lapidei tra cui uno a forma di croce pronto per essere scolpito.
Mostrato a Vienna nel 1997, il documento custodito nell’Archivio della Fondazione Casa Buonarroti in Italia non è mai stato esposto in pubblico. Grazie alla mostra di Palazzo Pitti, per la prima volta si potranno ammirare antichi manoscritti -tra cui un corale del XIII secolo -provenienti dagli archivi della Misericordia di Firenze, del Convento della Santissima Annunziata e dei Buonuomini di San Martino, enti che non avevano mai effettuato prestiti. E ancora: tra i documenti e i libri si segnalano il primo vocabolario della Crusca del 1612, l’edizione de Le vite di Vasari del 1568, il primo numero di Topolino del 1932, un copialettere di Bianca Cappello, una mezza dozzina di esemplari della Divina Commedia (tra cui una con le illustrazioni di Alessandro Botticelli), l’atto di concessione del re Luigi XI di Francia a Piero de’ Medici per inserire i gigli di Francia nello stemma della dinastia toscana, la legge di Pietro Leopoldo di Lorena che nel 1786 abolì la pena di morte nel Granducato di Toscana, il Libro di Montaperti, il Testamento di Folco Portinari, un papiro del I secolo avanti Cristo.

A questa parata di meraviglie si aggiungono documenti e libri che arrivano da un archivio e da una biblioteca momentaneamente non accessibili al pubblico: l’Archivio dell’Accademia degli Immobili, che rappresenta la “memoria” documentaria del Teatro della Pergola, e la Biblioteca della Banca CR Firenze che dovrebbe aprire al pubblico entro il 2014 in via Bufalini. Nell’ambito della mostra, l’Accademia dei Georgofili proporrà, tra i vari pezzi archivistici, anche un inedito disegno (degli anni Quaranta del Novecento per una pubblicazione per ragazzi) realizzato da Sergio Tofano, in arte Sto, mentre dalla Biblioteca degli Uffizi arriverà una delle numerose missive appartenenti al fondo delle cosiddette “Carte Fedi”, in cui figurano le tante lettere – tutte inedite -raccolte da Anna Franchi che riportavano disegni e schizzi dei pittori macchiaioli più famosi, da Lega a Fattori, a Signorini.

La mostra si apre con un pannello che riporta la lettera che Giovanni Fabbroni, quale rappresentante del Governo provvisorio delegato dalla Reggenza della Toscana, scrisse nel 1800 all’allora primo console di Francia, Napoleone Bonaparte, con cui richiese “protezione per le arti e la scienza e si implorano immunità e salvezza per tutti i pubblici stabilimenti destinati all’istruzione”. Prosegue poi con le teche -una per ogni ente -nelle quali sono visibili i “gioielli” selezionati per l’esposizione, ognuno corredato di didascalia. In aggiunta al percorso espositivo principale, una limitata sezione sarà dedicata alle conseguenze patite dal patrimonio archivistico e librario fiorentino in due momenti drammatici della storia cittadina: l’alluvione del 1966 e la bomba di via dei Georgofili del 1993. Nella teca che concluderà il percorso, i visitatori avranno la possibilità di vedere da vicino tre pezzi archivistici e librari ancora alluvionati e non restaurati, oltre a un libro sventrato dall’ordigno che esplose 21 anni fa. Sarà un monito per tutti, per rammentare che il nostro patrimonio culturale, soprattutto quello “meno frequentato” dalle esposizioni, non solo è degno di essere ammirato, ma necessita di tutte le nostre attenzioni.
Leggi per intero ...

''Franco Bemporad: Punti, nient’altro che punti”

pubblicato il 28/01/2014 08:38:08 nella sezione "Fiere e mostre"
Milano- Galleria Montrasio Arte
29 gennaio 2014 - 28 marzo 2014
" Si inaugura oggi, martedì 28 gennaio alle ore 18.30 nella sede milanese della galleria Montrasio Arte,la mostra ''Punti nient’altro che punti''.

la Redazione

A distanza di otto anni dalla triplice personale milanese Montrasio Arte ha il piacere di riproporre un omaggio alla parabola artistica di Franco Bemporad.Il colore organizzato in infinite sequenze di punti sviluppa la ricerca visiva di Franco Bemporad ( 1926 1989).

All’artista fiorentino, che negli anni cinquanta abbandonò gli studi di medicina e di psicologia per rivolgersi dapprima al cinema e in seguito alla pittura, è dedicata la mostra personale che ripercorre la stagione delle Superficie sensoriali. Bemporad ritorna quindi da Montrasio Arte, con quindici tele e una decina di carte realizzate tra il 1959 al 1979. L’artista aderì nel 1957 al «Movimento Nucleare» firmando il manifesto «Contro lo Stile», e successivamente, dal 1961 al gruppo «Continuità», con Lucio Fontana, Piero Dorazio, Gastone Novelli, Achille Perilli, Arnaldo e Giò Pomodoro, Giulio Turcato. Un percorso originale che si avvia in ambito informale materico, con i «catrami» e le composizioni «polimateriche» degli anni Cinquanta, nei quali Bemporad realizza opere prevalentemente nere con la rara presenza del rosso e dell’argento, sovrapponendo spessi strati di catrame a diverse superfici preparate con materiali di recupero, come stracci, ferri, legni o gesso.

Sul finire degli anni Cinquanta l’artista introduce un alfabeto di segni, composto da sequenze di pennellate che si susseguono ritmicamente in file sovrapposte. Racconti visivi, come in una scrittura pittorica, nei quali si alternano interventi di colore «tono su tono» o in contrasto. Colori applicati anche direttamente dal tubetto, sfruttando la forma circolare dell’ imboccatura in modo da ottenere textures di punti materici, in rilievo e perfettamente allineati. Nella ripetizione metodica si annulla ogni componente emotiva o personale. I segni elementari, pennellate o punti, strutturano la superficie creando sottili vibrazioni di luce. «Strutture metodologiche che contrappongono al segno personale il segno, per quanto possibile, impersonale che si elimina poi in un insieme unificato» dichiarava l’ artista nel ‘ 71. «La sensazione non è soltanto visiva ma anche tattile, vi è quindi una vibrazione della materia, una sua trasformazione in materia colore».
Leggi per intero ...

ARTE FIERA 2014: Dodici nuove opere acquisite dal fondo Bolognafiere
emilia-romagna (bologna) bologna

pubblicato il 27/01/2014 18:46:20 nella sezione "News"
"Anche per questa edizione di Arte Fiera 2014 e per il secondo anno consecutivo, BolognaFiere ha scommesso sugli artisti rappresentati in fiera con la costituzione e la promozione di un fondo di acquisizione e ha investito 100.000 euro per l’acquisto di 12 opere.


Le opere acquisite entreranno a far parte del patrimonio di BolognaFiere che può già vantare artisti come Boetti, Ventrone, Mondino, Scalco, Salvo e Capogrossi, solo per citarne alcuni, e a cui si sono aggiunte le opere acquistate nel 2013. Il patrimonio artistico di Arte Fiera è esposto in una mostra ad hoc presso il padiglione 25 stand B75. Per il secondo anno di seguito viene ripristinata così una tradizione avviata durante il periodo di maggior successo di Arte Fiera, acquistando opere dalle gallerie espositrici.
Anche nel 2014 Arte Fiera ha selezionato alcune tra le più interessanti tra le gallerie, ospitandole nel padiglione 25. La scelta delle acquisizioni è stata affidata ai direttori artistici Claudio Spadoni e Giorgio Verzotti.
Gli artisti e le opere selezionate:

Francesco Candeloro, “Memorie e Luci (Bologna)” (Milano), 2014, taglio laser su plexiglas (cm 162x120), Galleria: A ARTE INVERNIZZI;

Igor Grubic, “Missing Architecture” (Modica), 2012, inkjet su carta d'archivio serie di 5 foto (cm 50x75), Galleria: LAVERONICA ARTE CONTEMPORANEA;

Jaan Toomik, “Untitled Action” (Tallin), 2013, video 1:52 min., Galleria: TEMINKOVA & KASELA;

Giovanni Ozzola, “Routes COLOMBO” (San Gimignano), 2013, Galleria: CONTINUA;

Elisabetta Di Maggio, “Butterfly flight trajectory #05” (Milano), 2011, Entomological pins and acetate paper on plastazote (cm 100x200), Galleria: LAURA BULIAN;

Irma Blank, “Trascrizioni, Hommage à F. Schiller” (Bologna), 1975, indian ink su carta pergamena piegata in 36 part (cm.91x57), Galleria: P420;

Corinna Gosmaro, “Senza Titolo” (Bergamo), 2014, olio su filtro (cm 150x200), Galleria: THOMAS BRAMBILLA;

Szucs Attila, (Budapest), Galleria: ERIKA DEAK;

Mario Giacomelli, “Poesie in cerca d'autore” (Bologna), anni ’90, gelatin silver print (cm 30x40), Galleria: ARTISTOCRATIC;

Mario Dondero, “Pierpaolo Pasolini e sua madre Susanna fotografati nella loro casa all'EUR” (Mlano), 1962, Galleria: VALERIA BELLA STAMPE;

Robert Capa, “II Guerre Mondiale, Campagne d'Italie” (Lugano), 1944, Stampa alla gelatina sali d'argento (cm 18.8x24.3), Galleria: PHOTOGRAPHICA FINE ART GALLERY;

Laure Catugier, “Silence 34” (Berlino), 2013, digital print on plexi-mat/aludibond (cm 50x70), Galleria: PAOLO ERBETTA.


Leggi per intero ...

Memoriale un luogo ''Per ricordarsi di ricordare''
lombardia (milano) milano

pubblicato il 27/01/2014 09:23:43 nella sezione "News"
"Già nella giornata di ieri e così anche oggi, il Memoriale della Shoah di Milano è eccezionalmente aperto al pubblico con a disposizione guide d’eccezione, tra cui Gad Lerner, Lella Costa, Natalia Aspesi e Ferruccio de Bortoli.

la Redazione

Il Memoriale della Shoah di Milano (Binario 21) sorge in un’area della Stazione Centrale situata al di sotto dei binari ferroviari ordinari. L’area era originariamente adibita al carico e scarico dei vagoni postali e aveva accesso diretto a Via Ferrante Aporti. Tra il 1943 e il 1945 questo fu il luogo in cui centinaia di deportati furono caricati su vagoni merci, che venivano sollevati tramite un elevatore e trasportati così al sovrastante piano dei binari. Una volta posizionati alla banchina di partenza, venivano agganciati ai convogli diretti ai campi di concentramento e sterminio (Auschwitz-Birkenau, Bergen Belsen) o ai campi italiani di raccolta come quelli di Fossoli e Bolzano. Dagli stessi binari partirono anche numerosi deportati politici, destinati al campo di concentramento di Mauthausen o ai campi italiani.

30 gennaio 1944
Sul convoglio partito dal binario 21 nella fredda mattina del 30 gennaio 1944 c’era Liliana Segre: aveva 13 anni e partì con suo padre, morto ad Auschwitz. Liliana Segre è una dei pochissimi superstiti: dei 605 ebrei deportati quella mattina tornarono a casa soltanto in ventidue.

Uno spazio per favorire la convivenza civile
Il progetto nasce con l’obiettivo di realizzare – nello stesso luogo in cui ebbe inizio a Milano l’orrore della Shoah – uno spazio che non solo ci “ricordi di ricordare”, rendendo omaggio alle vittime dello sterminio, ma che rappresenti anche un contesto vivo e dialettico in cui rielaborare attivamente la tragedia della Shoah. Un luogo di commemorazione, quindi, ma anche uno spazio per costruire il futuro e favorire la convivenza civile.

Il Memoriale vuole essere, infatti, un luogo di studio, ricerca e confronto: un memoriale per chi c’era, per chi c’è ora ma soprattutto per chi verrà.

Il progetto del Memoriale, realizzato dallo Studio Morpurgo de Curtis Architetti Associati, si estende su una superficie di circa 7.000 mq e si sviluppa su due piani, piano terreno e piano interrato. È caratterizzato dal totale rispetto della morfologia originaria dell’area, al fine di mantenere la specificità dell’identità del sito di deportazione. Si tratta di un sistema di spazi integrati in sequenza che disegnano un percorso tematico: dalla “Sala delle testimonianze”, dedicata alle voci dei sopravvissuti, fino al “cuore” del Memoriale: il “Binario della Destinazione Ignota” e il “Muro dei Nomi”, dove sono ricordati i nomi di tutte le persone deportate dal Binario 21.

Fonte: Memorialeshoah.it
Leggi per intero ...

Spagna: approvato il taglio dell’Iva dal 21% al 10% sulle transazioni d’arte

pubblicato il 27/01/2014 09:07:41 nella sezione "News"
"Taglio dell'Iva sulle opere d'arte. La Spagna si allinea agli altri Paesi dell'UE

la Redazione

Il governo spagnolo ha approvato il 24 gennaio un taglio dell’Iva dal 21% al 10% sulle transazioni di oggetti e opere d’arte, secondo quanto ha annunciato la vicepremier, Soraya Sanz de Santamaria, nella conferenza stampa successiva al consiglio dei ministri.
La misura equipara la Spagna agli altri paesi della Ue, come Germania o Italia. Secondo la portavoce dell’esecutivo, si tratta di “una misura di appoggio” a tutti coloro che partecipano al mercato dell’arte, dai pittori ai videoartisti, dalle gallerie ai collezionisti, antiquari e mercanti d’arte, che anticipa una prossima riduzione dell’Iva anche sui prodotti culturali.

Fonte: Tafter.it
Leggi per intero ...
Clicca sui numeri per scorrere le news
1 - 2 - 3
Cerca antiquari, restauratori e galleristi italiani
 
ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News
Record per molti artisti da tempo trascurati nellultima asta della milanese casa daste Il Ponte
La Berti Antichità di Firenze al MercanteinFiera: Intervista ad Anna Pennella
Prorogata a Trieste la mostra del pittore Fabio Colussi
A Trieste Laura Poretti interpreta lInveno Ungherese in FROZEN SHOTS  SCATTI CONGELATI
Aperte le selezioni degli artisti per la X Florence Biennale
Antiquariato
Il Ponte Casa dAste: giornate di valutazione tra Firenze Padova Modena e Roma
Il Ponte Casa dAste di Milano seleziona lotti singoli o intere collezioni
Le Edizioni Gonnelli: passione editoriale da due secoli.
Vuoi vendere mobili antichi quadri antichi ed oggetti d’antiquariato?
Vuoi Vendere oggetti antichi vintage o di arte contemporanea
Modernariato
Tra Arte contemporanea e antiquariato: la sfera del mondernariato
Raro Rolex venduto a Londra dalla Casa dAste Bonhams per 114.000 euro
Associazione Italiana del Giocattolo dEpoca e da Collezione
Da oggi va in asta a Wannenes di Genova il Design Italiano
Arte Contemporanea
Biennale internazionale darte  a Chianciano Terme
Intervista a Roberto Sottile curatore dellVIII edizione della Biennale Magna Grecia
Simbiosi: OpenArt tra natura e storia. Una grande manifestazione darte nella riserva naturale di Pietraporciana
Venezia XXIV Mostra Internazionale d’Arte Tessile Contemporanea  dedicata a Maria Lai
 A Gorizia la V Edizione del Concorso Internazionale di Pittura DARIO MULITSCH:
Arts & Crafts
Le cravatte di Livia Crispolti alla SLECTION D’T di Parigi
BRIO lazienda svedese di giocattoli compie 130 anni e li festeggia a Norimberga
Gli utenti di FaceBook diventano Giurati
Livia Crispolti: l’ultimo allievo della BauHaus
PRESENTAZIONE DEL TAVOLO IN COMMESSO REALIZZATO DALLOPIFICIO DELLE PIETRE DURE DI FIRENZE
Fiere e mostre
A Chianciano Terme la mostra 8 Donne per l8 marzo
Alla Gonnelli Casa dAste di Firenze la mostra ALFREDO MLLER. STAMPE TEMPERE E OLI
Al Palazzo Tucci di Lucca la mostra antiquaria A spasso nel Tempo
AllAccademia dUngheria in Roma: CROSSWISE!
A Chianciano Terme la mostra En Plein Air: Danzando con la scultura’’ di Giacomo Maria Cavina
Aste
Il Ponte Casa dAste di Milano programma le aste dautunno
Alla storica casa dAste il ponte arrivano in Asta le opere di Arte Moderna e Contemporanea
A Milano lAsta di Primavera de Il Ponte Casa dAste
Al Ponte Casa dAste di Milano la prima asta dellanno con forte ripresa per lantiquariato.
Fashion Vintage Arte Orientale e argenti a Il Ponte Casa dAste di Milano
Restaurare
Uffizi: nuovo restauro da Italia Nostra torna in Galleria l’Apollo seduto
Alla Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti presentazione del restauro dellopera di Elisabeth Chaplin Le tre Sorelle
 Il restauro ligneo secondo le regole dellarte
Palazzo Spinelli Istituto per larte e il restauro in Italia
Salvatore Settis su ’Caravaggio e L’antico’’
Mercatini
 A febbraio la XXIX edizione di Modenantiquaria tra tradizione e grandi novità.
Dedicata al Cinema la XX Edizione di Treviso Antiquaria
Fiera Antiquaria di Arezzo: Edizione Straordinari il 25 Aprile
Cerco Bambole Burgarella
Cerco: Bambole Lenci
Artisti
Ferdinand Van Kessel pittore olandese
Edolo Masci e il Clich-Verre
Aelita Andre: Arte o Arte del Marketing?
Giulio Cesare Procaccini (Bologna 1574-Milano 1625)
 Andrey Remnev: Visioni oniriche dell’arte contemporanea russa
Mercato dell'arte
Wannenes: eccellenti risultati dasta per larte Contemporanea ed il Design
Il Ponte Casa d’Aste: andamento del mercato per il primo semestre intervista alla dott.ssa Novarini
Giorni da record nelle aste di SOTHEBY’S
Il ponte Casa d’Aste di Milano: Importanti risultati nell’Asta di Arte moderna e Contemporanea
Il Ponte Casa dAste di Milano: interessanti vendite nelle aste di metà aprile