Galleria Sinistra
Galleria Destra
ARCHIVIO




Borrelli Antichità. Pestige of Antiques
campania (napoli) torre del greco

pubblicato il 31/05/2014 10:06:10 nella sezione "Antiquari"
Torre del Greco - Borrelli antichità
"Aquistiamo da privati oggetti d'arte e d'antiquariato: mobili, dipinti, sculture e curiosità


La nostra attività di vendita di oggetti d'arte di preziosa e raffinata fattura, oltre pezzi d'antiquariato di tutte le epoche, mobili antichi e oggetti di antiquariato si basa su una esperienza iniziata negli anni sessanta dalla famiglia Borrelli come passione e passatempo per mobili d’antiquariato e per i viaggi, e portata avanti fino ad oggi.
Si è naturalmente così sviluppata pian piano negli anni il rapporto con una clientela locale che ci ha portato ad essere conosciuti non solo a Torre del Greco, ma anche nelle località vicine, potendo così oggi annoverare clienti sparsi un po in tutta Italia.

La passione che manda avanti da più di quarant’anni la nostra attività attraverso una meticolosa ricerca di oggetti d'antiquariato, provenienti dai mercati Inghilterra e Francia caratterizza la nostra professionalità nella scelta curata dei pezzi, fatta ancor oggi di persona dai fratelli Borrelli, con continui viaggi settimanali , garantendo l’importazione diretta.
Grazie all’esperienza maturata negli anni e tramandata da padre in figli, la nostra specializzazione nel settore e l’autenticità e l’esclusività degli oggetti da noi scelti ogni settimana grazie ai nuovi arrivi garantisce la soddisfazione dei nostri clienti.
Tutto questo ci ha permesso man mano negli anni, fino ad oggi, di vantare tra deposito e galleria un esposizione di ben 1000 mt² dove in essa si raccolgono mobili, oggettistica e dipinti e stampe d’epoca, a cavallo degli anni '700 e '900.
Per favorire il rapporto con la nostra clientela data l’importazione diretta, è possibile acquistare oggetti gia restaurati o da restauro, rigorosamente originali in ogni loro parte, così da prendere visione dello stato di conservazione originario e successivamente dei lavori eseguiti, mettendo in primo piano l'interesse del cliente e consigliandolo con scrupolosa attenzione sulla scelta.
Tutti gli oggetti sono restaurati unicamente presso il nostro laboratorio e questo permette di offrirli a prezzi di assoluto vantaggio. Una visita presso di noi è il modo migliore per conoscerci e vedere le nostre offerte.


Leggi per intero ...

La Body - Art camaleontica di VERUSCHKA

pubblicato il 31/05/2014 09:51:19 nella sezione "Arte Contemporanea"
"Veruschka, da supermodella ad attrice per approdare all'arte

di Barbara Picci

Non sono una patita del body paiting, devo ammetterlo, ma le creazioni di Veruschka von Lehndorff non passano di certo inosservate. Dovete sapere che Veruschka, come viene più spesso chiamata, era una nobile prussiana il cui padre fu ucciso in quanto facente parte della resistenza tedesca antinazista. Le vicissitudini della sua famiglia furono alquanto funeste, ma verso gli anni 60 ella riuscì ad affermarsi in Europa come supermodella, una delle più note del periodo.
Il suo estro artistico, già particolarmente accentuato, la portò a sperimentare il body painting su se stessa. Potete vedere l’apprezzabile risultato in galleria. Successivamente si è allontanata dalle passerelle, dedicandosi alla fotografia, alla pittura e al cinema.

Barbara Picci

Veruschka - wikipedia
Leggi per intero ...

Tutti gli universi possibili di JACEK YERKA

pubblicato il 31/05/2014 09:32:26 nella sezione "Arte Contemporanea"
" Mondi magici e paralleli visti dall'artista polacco

di Barbara Picci

Jacek Yerka deve avere una macchinetta che collega i sogni alla fantasia, oppure la mamma da piccolo l’ha immerso nella fonte della creatività, se no non si spiegherebbe la sua prolifica e incessante creazione di universi onirici ricchi di esseri e ambientazioni surreali.
Bisogna solo lasciarsi trasportare all’interno delle lande inesplorate del suo estro, lasciarsi cullare dall’atmosfera fiabesca e tornare bambini assaporando l’armonia dei suoi giochi interiori. Un parco dei divertimenti in cui io mi trovo proprio a mio agio. E voi?
Enjoy!

Barbara Picci

Jacek Yerka web- site
Leggi per intero ...

Museo Correr di Venezia: incontro di studi ''Tiziano, un autoritratto. Autori, Autografia, Autoritratti''
veneto (venezia) venezia

pubblicato il 30/05/2014 09:34:48 nella sezione "News"
Venezia - Museo Correr
Incontro di studio
Giovedì 5 giugno, ore 15-18.30

Museo Correr – Sala delle Quattro Porte
Ingresso su invito fino a esaurimento dei posti disponibili

A margine della piccola ma ‘preziosa’ mostra attualmente aperta presso il Museo Correr di Venezia – Tiziano. Un autoritratto - Problemi di autografia nella grafica tizianesca (fino al 15 giugno 2014) - la Fondazione Musei Civici di Venezia, in collaborazione con l’Associazione Amici dei Musei e dei
Monumenti Veneziani, organizza il pomeriggio del prossimo 5 giugno un incontro di studio, dedicato non solo agli specialisti e agli studenti nel campo storico-artistico, ma aperto anche al più largo pubblico dei cultori e degli appassionati d’arte.
L’incontro avrà inizio con la presentazione del complesso tema delle attribuzioni nella storia dell’arte antica e moderna e delle problematiche sottese ai concetti di ‘autore’ e ‘autografia’ dell’opera d’arte (a cura di
Gabriella Belli, Direttore della Fondazione Musei Civici di Venezia e Ileana Chiappini di Sorio, Vicepresidente dell’Associazione Amici dei Musei e dei Monumenti Veneziani); saranno presentati alcuni recenti ‘casi di studio’
esemplari tratti dal patrimonio degli stessi Musei Civici Veneziani (a cura di Andrea Bellieni, Responsabile del Museo Correr).

Un caso molto particolare di incontro tra i termini ‘autore’ e ‘autografia’ può avvenire in un ‘autoritratto’ d’artista: il disegno tizianesco attualmente esposto presso il Correr, recentemente riscoperto, sarà analizzato approfonditamente prima con un originale e appassionante approccio storico-critico (Luba Freedman, Hebrew, University – Gerusalemme), poi in relazione alla cura e
alla psicologia legata alla propria immagine consegnataci da Tiziano attraverso la sua eloquente produzione auto-ritrattistica (Joanna Woods-Marsden, University of California - Los Angeles e Jodi Cranston, Boston University).

Introduce e coordina Lionello Puppi, dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

PROGRAMMA
Presentazione:
Gabriella Belli, Direttore Fondazione MUVE
Ileana Chiappini di Sorio, Vicepresidente Associazione Amici dei Musei e dei
Monumenti Veneziani
Introduzione e coordinamento:
Lionello Puppi, Università Ca’ Foscari - Venezia

Relatori:
Andrea Bellieni, Responsabile Museo Correr – Fondazione MUVE
Jodi Cranston, Boston University
Luba Freedman, Hebrew University – Gerusalemme
Joanna Woods-Marsden, University of California - Los Angeles

Immagine di Copertina
TIZIANO VECELLIO
(Pieve di Cadore, 1495 ca. - Venezia 1576)
Autoritratto, 1570 ca.
Gessetto nero su carta avorio, 120 x 99 mm
Collezione privata.
Leggi per intero ...

Milano: XIII° Ed. del Festival Internazionale del Cinema d'Arte
lombardia (milano) milano

pubblicato il 30/05/2014 09:12:04 nella sezione "News"
Milano - Palazzo Reale
3 giugno 2014 - 7 GIUGNO 2014

"Torna anche quest'anno il Festival Internazionale del Cinema d'Arte, patrocinato tra gli altri da EXPO 2015 e inserito nel palinsesto della Primavera Milanese

la Redazione

La tredicesima edizione dell'evento si riconferma a Milano dal 3 al 7 giugno 2014, grazie a una stretta collaborazione tra l'Associazione Festival Internazionale del Cinema, il Comune di Milano e Palazzo Reale.
Sarà proprio Palazzo Reale ad ospitare per la seconda volta questa kermesse dedicata alla cinematografia d'arte: anche questa tredicesimaedizione, sotto la direzione artistica di Luca Cavadini, riproporrà le due sezioni di concorso "Cinema d'arte" e "Art lab". La prima per raccontare, attraverso le opere selezionate, gli artisti, le correnti, i movimenti; la seconda, invece, dedicatoad opere che mettono in campo una concezione dell'arte cinematografica che si fa ricerca e diventa arte per le scelte stilistiche e le tecniche che adotta.

Una giuria di esperti decreterà i film vincitori dei due concorsi, scelti tra una rosa di decine provenienti da tutto il mondo, che verranno proclamati nel corso della serata finale del 7 giugno.

L'apertura ufficiale del Festival invece, prevista per martedì 3giugno, ospiterà un omaggio al Maestro Claudio Abbado, recentemente scomparso.Si potrà assistere ad una performance di cinquanta allievi della Civica Scuola di Musica che compongono l'Orchestra dei Giovani di Milano Civica Scuola di Musica e il Coro Akses. A seguire, in collaborazione con Mammuth Film, verrà proiettato il documentario "L'altra voce della musica" di Helmut Failoni e Francesco Merini, che documenta i viaggi di Claudio Abbado in Venezuela e Cuba con il Sistema Orchestrale di Josè Antonio Abreu.

Sempre martedì 3 giugno, grazie a una collaborazione con SKYARTE HD, verrà proposta la proiezione di " Speciale Mimmo Rotella", un documentario che celebra il grande artista italiano e la sua particolare tecnica artistica legata all'utilizzo dei manifesti cinematografici.

Sabato 7 giugno sarà invece la volta dell'Orchestra Cantelli di Milano che, con una formazione di un quintetto d'archi e due fiati, proporrà una selezione di colonne sonore a fare da cornice alla premiazione dei vincitori. Ospite della serata sarà la Fondazione Pomodoro, che arricchirà lakermesse con la proiezione di tre film provenienti dalla sua collezione: "Atto Unico di Jannis Kounellis" di Ermanno Olmi, "Arnaldo Pomodoro - Grandi Opere" e "Ingresso nel Labirinto", due opere dedicate al grande maestro riminese.

Interamente dedicate alla proiezione dei film in concorso saranno le serate di mercoledì 4, giovedì 5 e venerdì 6 che avranno inizio alle ore 21.30.

La partecipazione a tutte le proiezioni e agli eventi collaterali sarà libera, essendo ferma volontà dell'Associazione promotrice rendere questo evento culturale accessibile a chiunque.
Il Festival Internazionale del Cinema d'Arte, inoltre, promuove quest'anno un concorso fotografico interamente dedicato all'arte. Due le categorie di concorso: Scatti d'arte e Città d'arte di Lombardia. Le premiazioni avverranno durante la serata finale della kermesse.

In caso di pioggia, la serata inaugurale si terrà presso la Sala Conferenze di Palazzo Reale, Piazza Duomo 14, 3° piano.

Leggi per intero ...

Alla Galleria d’arte moderna di Firenze i dipinti dell’esploratore Savage Landor
toscana (firenze) firenze

pubblicato il 29/05/2014 08:50:54 nella sezione "Fiere e mostre"
Firenze - Galleria d'Arte Moderna - Palazzo Pitti
29 maggio 2014 - 29 giugno 2014

"Nell’ambito del suo centenario, 1914-2014, la Galleria d’arte Moderna di Palazzo Pitti dedica interesse ad un variegato panorama di eventi che prende avvio con la presentazione di opere d’arte del pittore esploratore Arnold Henry Savage Landor della collezione Fusi.

la Redazione

Si tratta di un nucleo di 40 opere capaci di documentare l’intera esperienza dell’artista nel suo fecondo girovagare per il mondo narrando per immagini usi e costumi di quei popoli lontani. I dipinti si potrebbero definire una sorta di “compagni di viaggio” in quanto furono per lui fonte primaria di sostentamento divenendo merce di scambio per il cibo locale.

Diretta da Simonella Condemi, curata da Francesco Morena -che l’11 giugno, alle 17 terrà una conferenza nella sala dell’esposizione- e allestita da Mauro Linari, la mostra che si apre oggi nel Saloncino delle Statue della Galleria d’arte moderna, a Palazzo Pitti, proseguirà fino al 29 giugno; la mostra sarà visitabile dal martedì alla domenica dalle 8.15 alle 18.50 (ingresso compreso nel biglietto d’accesso alla Galleria d’arte moderna/Galleria Palatina).
“Nascere a Firenze nel 1865 - l'anno del trasferimento della capitale dell'Italia unita da Torino - chiamandosi Arnold Henry Savage Landor – scrive il Soprintendente per il Polo Museale Fiorentino, Cristina Acidini - poteva favorire e forse addirittura imporre un destino con elementi d'eccezionalità. E infatti questo anglofiorentino, con i suoi viaggi in contrade allora remote e sconosciute del pianeta, e col suo talento per la creazione e la memoria delle immagini, fossero arti grafiche, pittura o fotografia, merita oltre ogni dubbio le attenzioni che gli vengono rivolte dalla Galleria d'Arte Moderna. Ma non minor tributo di apprezzamento merita Piero Fusi, conoscitore dei valori culturali della nostra città da lui indagata, spiegata e amata per tutta una vita professionale di guida turistica nonché di scrittore. Di Savage Landor, Fusi ha mantenuto e mantiene viva la conoscenza anche al di fuori degli ambienti specialistici, dove l'artista-esploratore già occupa un posto di riguardo”.

CHI ERA SAVAGE LANDOR
Arnold Henry Savage Landor, uomo dai mille interessi e dai numerosi talenti, fu pittore raffinato, prolifico scrittore, antropologo, fotografo, inventore e molto altro ancora. Ma, soprattutto, com’ebbe egli stesso a dire e scrivere in più occasioni, fu esploratore, e a questa passione dedicò gran parte delle sue energie nel corso di una vita che fu insieme avventurosa e ricca di successi.
Nipote di Walter Savage Landor (1775-1864), famoso poeta inglese che nel 1821 si era trasferito in Toscana, Arnold Henry nacque nel 1865 a Firenze, neocapitale del Regno d’Italia, dove si formò nell'arte della pittura. Dopo avere frequentato con profitto lo studio di Stefano Ussi (1822-1901), che in quel periodo era appena rientrato dai suoi viaggi in Nord Africa, ancora adolescente Savage Landor iniziò a viaggiare, e non si sarebbe più fermato se non per far ritorno nella sua amata Firenze. Qui visse gli ultimi anni di vita, coltivando multiformi interessi e ricucendo le trame dei suoi ricordi per comporre la sua autobiografia, pubblicata proprio nell'anno della morte.
Non c'è continente o territorio che questo artista non abbia visitato, dall'Europa all'Africa, dall'Asia alle Americhe e perfino l'Australia, a piedi in nave o a cavallo, sotto il sole del deserto o tra le nevi dell'Himalaya. Quest'illustre fiorentino aveva un'inesauribile curiosità e uno straordinario spirito di adattamento, doti che gli permisero di diventare giapponese nel Paese del Sol Levante e maghrebino in Egitto. Colto, acuto e reattivo dal punto di vista fisico, Arnold Henry fu in più cronista d'eccezione, autore di numerosi resoconti dei suoi viaggi. Il suo stile letterario fu scarno come si addiceva ad uno scienziato ma coinvolgente, come voleva il grande pubblico.

Leggi per intero ...

Prorogata la Mostra “ARTE DEL ‘900 A TRIESTE”
friuli-venezia giulia (trieste) trieste

pubblicato il 29/05/2014 08:36:33 nella sezione "News"
Trieste - Galleia One San Nicolò
Fino al 31 maggio 2014

"Porogata fino al 31 maggio alla GALLERIA ONE SAN NICOLÒ del capoluogo friulano “ARTE DEL ‘900 A TRIESTE”


In considerazione del successo suscitato dalla mostra “Arte del ‘900 a Trieste” allestita alla Galleria One San Nicolò (Via S. Nicolò 1) del capoluogo giuliano, la rassegna viene prorogata fino a sabato 31 maggio. Lo spazio espositivo, fondato nel 2011 e diretto da Fiorenzo Parmiani, gallerista di origine milanese e fine intenditore d’arte, rappresenta un’autentica icona del buon gusto.
Curata dall’arch. Marianna Accerboni, la mostra propone, lungo un itinerario di qualità, importanti dipinti, disegni e grafiche di alcuni dei più significativi protagonisti del linguaggio artistico triestino del secolo scorso, presenti ciascuno con più opere.
Vittorio Bergagna, Gianni Brumatti, Augusto Cernigoj, Oreste Dequel, Edoardo Devetta, Marcello Dudovich, Leonor Fini, Ugo Flumiani, Bogdan Grom, Marcello Mascherini, Gino Parin, Federico Righi, Livio Rosignano, Guido Sambo, Marino Sormani, Luigi Spacal, Dyalma Stultus, Carlo Wostry e Giovanni Zangrando
Leggi per intero ...

dipinto, inizio del xx secolo ''vaso con fiori''

pubblicato il 28/05/2014 10:04:12 nella sezione "Catalogo"
Antiguart - Genova - Valencia


VENDESI: Dipinto ad olio su specchio ovale, principio del XX secolo, vaso con fiori in cornice originale.

MISURE: 84 x 78 cm.

BUONO STATO DI CONSERVAZIONE

Antiguart: Antiquariato e Restauro
Leggi per intero ...

Al Ponte Casa d'Aste di Milano importante asta di Arte Moderna e Contemporanea
lombardia (milano) milano

pubblicato il 28/05/2014 09:35:14 nella sezione "Aste"
Milano - Il Ponte Casa d'Aste
Asta di Arte Moderna e Contemporanea
11 giugno 2014

"Importante appuntamento l'11 giugno 2014 con l'Arte Moderna e Contemporanea alla Casa d'Aste Il Ponte di Milano.


Un'asta molto ricca e diversificata con un'impronta particolarmente internazionale, in catalogo più di 350 opere scelte e provenienti da collezioni private italiane e straniere. Le opere ricoprono l'arco temporale che va dal figurativo italiano dei primi del XX secolo e dal futurismo, per approdare al Nouveau Realisme, all'Astrattismo italiano, all'Informale italiano e internazionale del Dopoguerra, all'Arte Concettuale, alla Body Art, al gruppo Cobra e all'Espressionismo astratto americano. Nell'ambito della sezione del '900 italiano spiccano un inedito olio di Morandi del 1911 e tre acqueforti, tra le quali la rarissima "Natura morta con bottiglia e brocca" del 1915, da notare anche una "Natura morta" di De Pisis del 1928. Ricca la sezione dedicata al futurismo, in catalogo Balla, Dudreville, D'Anna, Varvaro, Bruschetti e Crali. Nell'ambito dell'Astrattismo italiano quattro opere della Badiali, tutte di altissima qualità e datazione, una tela di Rho del 1956, "Il doppio" tela del 1948 di Atanasio Soldati, due lavori di Veronesi e ancora opere di Radice, Reggiani e Nativi. Il gruppo Cobra è ben rappresentato con opere di Jorn, Appel, Corneille e Lindstrom. Per il Nouveau Realisme sette lavori di Arman, accumulazioni, sculture ed un'importante colata di modellini di automobili Ferrari, a cui si aggiungono lavori di Aubertin, Hains e Rotella. Per quanto riguarda le opere informali da evidenziare Hartung, Capogrossi, Sanfilippo, Scanavino, Crippa, Michaux, Lanskoy, Turcato, Sanfilippo, Strazza, Tabuchi, Istrati, Atlan, Fautrier, Dorazio, Corpora, Vedova, Hsiao Chin, Burri, Griffa, Vermi, De Kermedec. Gruppo Zero, Cinetismo e artisti che hanno fatto ricerca sulla superficie e lo spazio sono presenti in catalogo con opere importanti e significative di Alviani, Dadamaino, Simeti, Costa, Soto, Bonalumi e Castellani. Arte concettuale a arte minimal presenti con Paolini, Sol LeWitt, Isgrò, Baruchello e Antonio Dias. Da sottolineare una ricca raccolta di sculture: terrecotte, ceramiche, bronzi, marmi, acciai di Max Bill, Fabbri, Consagra, A. Pomodoro, G. Pomodoro, Melotti, Spagnulo, Staccioli, Maraniello, Marotta, Crippa e un raro bassorilievo dell'ungherese Zoltan Kemeny vincitore della XXXII Biennale di Venezia nel 1964. Infine di Pietro Cascella da sottolineare "Agguato" la maestosa scultura in travertino realizzata dal maestro nel 1980/82. Top lots dell'asta: un dipinto di Max Ernst del 1958, un olio di Magnelli dall'importante curriculum museale, “Le tueurs de lapins” opera del 1966 di Masson, una "Sfera" di Arnaldo Pomodoro del 1991, due "Estroflessioni" di Bonalumi, la prima del 1966, l'altra "Nero" una tela di dimensioni museali, di Capogrossi "Superficie 159" una tela del 1955, e ancora un'importante raccolta di ceramiche di Picasso, tra cui spicca il rarissimo "Canard pique-fleurs", grande vaso smaltato realizzato a Vallauris del 1951.


Consulta il catalogo

Immagine di Copertina

LOTTO 292
Alberto Magnelli
"Eclats", 1950
olio su tela, cm 130x96,5
Firmato e datato 50 in basso a destra. Firmato e datato 1950 Paris al retro
Provenienza
Galleria Sapone, Nizza
Collezione privata, Milano
Esposizioni
"Alberto Magnelli, oeuvres de 1914 à 1968" 1970 Marsiglia, Musée Cantini; Rennes, Maison de la Culture; Nantes, Musée de Nantes; Grenoble, Musée de la Peinture et de la Sculpture; Lille, Musée des Beaux-Arts; Dijon, Musée des Beaux-Arts, Palais des Etats de Bourgogne, p. 24 ill.
"Magnelli" Galleria La Polena, Genova 1974-75
Bibliografia
N. Ponente "Alberto Magnelli" Roma 1972, ill.
A. Maisonnier “Alberto Magnelli. L'oeuvre peint” Parigi 1975, p. 142 n. 641, ill.
"Valutazione: € 40.000,00 / € 60.000,00



Leggi per intero ...

Vendesi Coppia di sculture in bronzo brunito "Figure di popolani"
liguria (genova) genova

pubblicato il 27/05/2014 09:43:49 nella sezione "Catalogo"
Genova - Capozzi Antichità

"Coppia di sculture in bronzo brunito poggianti su basi in bronzo dorato raffiguranti "Figure di Popolani" firmate nella base Pierre-Philippe THOMIRE -1751-1843- le sculture sono invece Italia fine secolo XVIII inizi secolo XIX


Altezza cm. 68 e cm. 70

Entrambi i soggetti in bronzo patinato e dorato qui rappresentati sono tradizionalmente chiamati "figure del popolo" o "figure di popolani", tipo di rappresentazione che in Italia, soprattutto Napoli, ha avuto un enorme successo. I due personaggi, di bassa estrazione sono qui resi importanti dall'utilizzo di materiale nobile come bronzo. L'uomo e la donna vestiti da agricoltori mostrano sorrisi e gesti grotteschi: sembra quasi che deridano le loro cattive condizioni. La qualità del getto e della patina è arricchita dai tocchi di doratura del cappello o del manico del cestino della donna. La base cilindrica su cui sono posati è in bronzo dorato, finemente cesellata con piccole foglie e raggi di cuori. Entrame le basi hanno al centro cesellata una corona di alloro tenuta alla somità da un fiocco di nastro. Su un lato della base quadrata è incisa la firma: THOMIRE A PARIS.

Capozzi Antichità
Leggi per intero ...

Vuoi vendere mobili antichi, quadri antichi ed oggetti d’antiquariato?

pubblicato il 27/05/2014 08:56:51 nella sezione "Antiquariato"
Antiquariato - Modernariato - Arte

"Per chi sta cercando specialisti di settore per vendere oggetti antichi, vintage o di arte contemporanea
la Redazione All'interno del nostro giornale potrai consultare le schede tecniche con i recapiti di contatto delle più importanti Gallerie, Antiquari e Case d'Asta d'Italia. Effettua una ricerca sul nostro data base tramite la tendina sulla destra e trova la Galleria, l'Antiquario o la Casa d'Aste più vicina alla tua città.

Galleristi

Antiquari

Case d'Asta
Leggi per intero ...

A Pistoia ''CONDIVISIONI'' di Giuseppe Iozzelli. La vera condivisione è condivisione del corpo

pubblicato il 24/05/2014 09:37:01 nella sezione "News"
Pistoia - Spazio Resistenza 12
fino al 21 giugno 2014

"In concomitanza a Dialoghi sull'Uomo 2014, viene presentata nello spazio RESISTENZA 12 a Pistoia, dopo VOLTI DA BASSO, una nuova installazione dell'artista pistoiese Giuseppe Iozzelli : CONDIVISIONI


Si tratta di una installazione con due componenti: una esposta ed una estemporanea.
La prima, NEL MIO CORPO, costituita da bambole-rifiuti riassemblati, e' un tentativo di raccontare l'accoglienza dell'altro in sé, sia come momento catalizzatore in un percorso di personale individuazione creativa, sia come elemento determinante di evoluzione collettiva.
La seconda, NEL SUO CORPO, con altri elementi in cerca di un dialogo diretto, propone la partecipazione ad una intima esperienza di condivisione.

L'esposizione è visibile dall'esterno, Piazza della Resistenza 12 a Pistoia, di giorno e di notte fino al 21 Giugno.

Lo spazio sarà aperto per entrarvi e poter partecipare all'estemporanea:
Sabato 24 Maggio ore 9,00-11.00 e 22,30-24,00
Domenica 25 Maggio ore 20,30-22,30

in seguito tutti i sabato sera dalle 21,30 alle 23,30 fino al 21 Giugno 2014 o per appuntamento




Leggi per intero ...

L'umorismo Creativo di FRANK UYTTENHOVE

pubblicato il 24/05/2014 09:18:59 nella sezione "Arte Contemporanea"
"Uno fotografo belga pieno di umorismo...

di Barbara Picci

Se siete depressi perché la vostra ragazza vi ha lasciato per un’altra, il barboncino si è preso un mese di aspettativa e la vostra auto ha spirato lasciando metà dei suoi averi al barboncino e metà alla vostra ex dalle dubbie inclinazioni sessuali, siete approdati nel posto che fa per voi.
Vi sfido, infatti, a non sorridere vedendo gli scatti creativi del fotografo belga Frank Uyttenhove!
I suoi concetti sono semplici e diretti, i suoi messaggi immediati. Proprio quello di cui avete bisogno in questo momento. E visto che io sono sempre attenta ai problemi dei miei lettori, eccovi accontentati…
Enjoy!

Barbara Picci

Frank Uyttenhove web - site
Leggi per intero ...

Le Architetture urbane di ERIC FOREY

pubblicato il 24/05/2014 09:04:32 nella sezione "Arte Contemporanea"
"Un fotografo di illusioni per una nuova visione dell'architettura.

di Barbara Picci

Quando ho scoperto il fotografo Eric Forey, la prima immagine che mi è venuta in mente è quella di un segugio alla ricerca del colore e delle sue geometrie. La seconda quella di un muratore che, assieme al cemento, butta grumi di colore nella impastatrice rotante. La terza quella di un pittore che traspone i colori della sua tavolozza su una tela urbana fatta di strade grigie e palazzi squadrati.
E’ così che ho scoperto le curve geometriche perfettamente armonizzate nel colore urbano, le simmetrie tonali di autostrade architettoniche quasi impercettibili, le linee scomposte di un’illusoria perfezione ingegneristica.
Si tratta di un amalgama creativo di colore e geometria urbana. Che mi piace.

Barbara Picci

Eric Forey web - site
Leggi per intero ...

Uffizi: nuovo restauro da Italia Nostra torna in Galleria l’Apollo seduto
toscana (firenze) firenze

pubblicato il 24/05/2014 08:56:25 nella sezione "Restaurare"
Firenze - Galleria degli Uffizi

"wwwPresentato ieri mattina nell’aula di San Pier Scheraggio, il restauro dell’Apollo seduto, già tornato nel Primo Corridoio della Galleria degli Uffizi. L’opera in marmo è la replica romana - del I secolo d.C. - di un originale ellenistico del III-II secolo a. C. e il suo recupero , a cura della restauratrice Anne Katrin Potthoff Sapia, è stato interamente finanziato dalla sezione fiorentina di Italia Nostra, così come quelli dello pseudo Seneca morente, della Giulia Mesa, di Poppea e del Nerone bambino -posto nel Terzo Corridoio della Galleria
.

“Sono lieta di questo nuovo intervento di recupero di un marmo della Galleria– ha detto il Soprintendente per il Polo Museale Fiorentino, Cristina Acidini –reso possibile grazie alla manifestazione di sensibilità dimostrata ancora una volta da Italia Nostra, sempre così vicina alle esigenze del museo, da sempre impegnato nella contesa dei suoi tesori all’inarrestabile azione del tempo”.
“Ogni restauro condotto sui marmi della collezione antiquaria degli Uffizi – ha aggiunto il Direttore della Galleria, Antonio Natali – è doppiamente meritorio, giacché da un lato si recupera la migliore leggibilità di un’opera, dall’altra s’accendono le luci su un patrimonio d’antichità che degli Uffizi è parte cospicua e insigne. A chi, come Italia Nostra, è sostenitore d’imprese vòlte a esaltarne il valore va il ringraziamento del museo e mio personale”.
Da parte sua Mariarita Signorini, Responsabile restauri e membro del consiglio nazionale Italia Nostra, ha voluto ringraziare “la Direzione del Polo Museale e della Galleria, in particolare Fabrizio Paolucci, Direttore del Dipartimento delle Antichità classiche, senza la cui competenza e disponibilità non sarebbe stato possibile condurre a termine anche questa raccolta di fondi per mezzo delle visite guidate alla scoperta della ‘Galleria dei marmi’ e alle nuove sale museali, tutte svolte il lunedì (giorno di chiusura al pubblico), con le apprezzate visite ai Depositi e al Corridoio Vasariano, visitato da molti soci provenienti da altre regioni (in primis della sezione di Reggio Emilia). Sono state una serie di occasioni imperdibili e assai educative anche per i giovani e gli studenti dell’Università di Parma del corso di Scienze per la Conservazione e il Restauro. Ringrazio anche l’Associazione Vivi Fiorenza, per la condivisione del nostro progetto fin dagli esordi. I nostri complimenti vanno infine alla restauratrice Anne Katrin Potthoff Sapia dalla grande maestria e a Maria Brunori, l’eccellente fotografa che ha documentato tutti questi restauri e che sa rendere carne i preziosi marmi che interpreta più che immortalarli”.

NOTE STORICHE
Identificato con una delle sculture donate a Francesco I de' Medici dal Cardinale Pier Donato Cesi alla fine del XVI secolo, l'Apollo seduto è verosimilmente in Galleria sin dal 1597, esposto nel primo corridoio e definito negli inventari dell'epoca “ignudo con testuggine”. Secondo la letteratura, la figura avrebbe di antico soltanto il torso e la parte superiore delle gambe; questo frammento classico fu integrato assai precocemente, certo sin dal XVI secolo, con gli attributi di Apollo, ovvero la faretra e la tartaruga, metafora delle tenebre “schiacciate” dalla divinità solare. I lavori di restauro, oltre a restituire piena leggibilità a un'opera fra le prime del nucleo originale del museo mediceo, hanno consentito anche di avanzare fondate ipotesi sull'antichità della testa. Quest'ultima, molto probabilmente non pertinente, fu però ricomposta con grande perizia dai restauratori cinquecenteschi, che furono in grado di selezionare un tipo iconografico compatibile con i modelli apollinei. Fra i risultati dell'intervento è da segnalare anche l'individuazione dell'originario piano di seduta della figura, pressoché interamente obliterato dalla roccia di moderno restauro. Grazie a questi indizi si conferma l'ipotesi già avanzata in letteratura, secondo cui il torso era originariamente pertinente non ad un Apollo, bensì ad un Dafni. La statua faceva parte di un gruppo (symplegma) raffigurante il giovane con il suo maestro di musica Pan, oggetto di gran fama in epoca antica e descrittoci da Plinio il vecchio nel portico di Ottavia a Roma. Il prototipo, opera di Eliodoro di Apamea, maestro dello stile barocco di tradizione rodia, fiorito a cavallo tra II e I sec. a.C., fu ampiamente riprodotto in età imperiale e ad una sua replica di alta qualità, verosimilmente realizzata nel I sec. d.C., deve essere ascritto il torso del cosiddetto Apollo degli Uffizi.

IL RESTAURO
Col restauro assai complesso dell’Apollo seduto è stato possibile recuperare una scultura di grandi dimensioni e proseguire senza soste nel progetto ‘Italia Nostra per gli Uffizi’. Un intervento che ha richiesto anche un maggior impegno di spesa (quasi 5mila euro).
La statua è composta da dieci parti di marmi diversi. La testa, fino alla mandibola è realizzata in marmo bianco, simile a quello con cui è eseguito il collo e probabilmente la punta del naso, aggiunta successivamente. Il torso è stato scolpito in marmo greco mentre le due braccia e le gambe, aggiunte all'incirca a metà coscia, sono in marmo bianco venato grigio. Il tronco di legno sul quale è seduto Apollo, è eseguito in marmo senza venature, mentre il piede sinistro appoggiato su una tartaruga è lavorato in marmo venato grigio.
La scultura si presenta in buono stato generale, anche se sono presenti abrasioni soprattutto sul torso, e ingiallimenti sulle gambe aggiunte probabilmente a causa di trattamenti con oli. Si notano depositi di polvere maggiormente localizzati sui piani orizzontali del modellato. Sono visibili interventi precedenti e più recenti, quali ad esempio stuccature localizzabili alle giunture dei marmi e ricostruzioni in zona capelli eseguite in colofonia. Queste ultime ricostruzioni coprono l’attaccatura delle orecchie.
La prima operazione è stata quella di rimuovere i depositi atmosferici incoerenti tramite l’ausilio di pennelli e aspirapolvere, dopo un controllo di tutta la superficie per la verifica di eventuali fenomeni di decoesione del marmo. Si è quindi proseguito con la pulitura degli strati più compatti di polvere, nonché sostanze di natura cerosa e oleosa, mediante l’applicazione di solventi. Successivamente sono state eseguite le prove di pulitura. L’impacco con acqua demineralizzata, supportato da “tessuto non tessuto” e rimosso dopo un tempo da cinque a dieci minuti, ha riportato risultati soddisfacenti. Il tempo di applicazione è variato secondo lo sporco da rimuovere e la superficie da pulire tenendo così conto della presenza di marmi, e quindi colori, diversi.
Le operazioni sono andate avanti con la rimozione di alcune stuccature degradate, e con il rifacimento delle stesse utilizzando polvere di marmo bianco legato con resina acrilica (Primal AC 33) del. in acqua al 25%. Si è deciso di non rimuovere le stuccature in resina colofonia perché non era possibile farlo senza danneggiarle. Sono stati eseguiti dei ritocchi con velature di acquerelli e tempere sulle stuccature per rendere otticamente più morbida la differenza tra un marmo e l’altro.

Leggi per intero ...

A giugno appuntamenti di grande interesse alla Casa d'Aste Boetto
liguria (genova) genova

pubblicato il 23/05/2014 09:27:45 nella sezione "Aste"
Genova - Casa d'Aste Boetto
giugno 2014

Giugno sarà mese prodigo di opportunità di grande interesse, con diversi appuntamenti: antiquariato e pittura del XIX secolo, arte orientale, gioielli, disegni, arte tribale e africana, ma soprattutto proporremo un’antologia del barocco genovese dei secoli XVII e XVIII con artisti molto apprezzati come Giovanni Benedetto Castiglione, Valerio Castello, Giovanni Battista Paggi, Domenico Fiasella, Orazio De Ferrari, Luciano Borzone, Bartolomeo Biscaino, Pellegro Viola, Clemente Bocciardo, Simon Barabino, Andrea Ansaldo, Bernardo Castello, Anton Maria Piola.
La Casa d'Aste Boetto si racconta: “La situazione attuale è molto complessa, ma di estremo interesse, a nostro avviso, soprattutto per pittura antica e antiquariato italiani; ci sono ottime opportunità. Acquistare nei momenti bui, di grande pessimismo ed incertezza, conviene. E’ allora che il rischio assunto si pone in equilibrio con il potenziale profitto futuro. Se è vero che oggi la crisi ha portato sul mercato un’enorme quantità di beni di vario genere e provenienza, possiamo dire che vediamo, d’altro canto, un fortissimo, costante, crescente interesse della mano compratrice che, molto più che prima, è divenuta internazionale. Alcuni privati si liberano di beni a causa della crisi, ma l’estero compra senza sosta; questa leva sta iniziando a far riprendere prezzi. La struttura del mercato, tuttavia, è cambiata: se prima del 2008 i compratori erano all’ottanta per cento mercanti, ora sono i privati, spinti dalla forte presenza di opportunità a prezzi da saldo, a dominare.
Ci troviamo in una fase di forte espansione delle nostre attività, per varie ragioni: le nostre dimensioni, il carattere familiare dell’attività ci consentono di essere molto veloci ed efficienti garantendo, al tempo stesso, grande attenzione e dedizione a tutti i clienti con i quali, nel tempo, s’instaura un forte rapporto umano e di fiducia nella professionalità della Casa. Al tempo stesso siamo stati capaci di diversificare, uscendo dall’ambito tradizionale dell’antiquariato per occuparci di qualsiasi trattativa, tramite apposite dipartimenti facenti capo ad esperti di riferimento, dall’arte moderna e contemporanea a design e arti decorative del XX secolo fino a fotografia, gioielli, arte orientale, arte africana. Inoltre, l’essere stati molto attenti alla prospettiva del mercato internazionale ed allo sviluppo tecnologico ci sta dando grandi soddisfazioni. Le nostre trattative sono mondiali, nel più vero senso della parola.


Asta di Antiquariato - Martedì 10 Giugno 2014

Asta Disegni - Martedì 10 Giugno 2014

Asta Villa Giulietta - Mercoledì 11 Giugno 2014

Asta di Arte Africana - Giovedì 12 Giugno 2014

Asta di Gioielli - Giovedì 12 Giugno 2014

Asta di Arte Orientale - Giovedì 12 Giugno 2014

PREVIEW A MILANO
foro Bonaparte 48
26-27-28 Maggio 11.00-19,00

Leggi per intero ...
Clicca sui numeri per scorrere le news
1 - 2 - 3 - 4
Cerca antiquari, restauratori e galleristi italiani
 
ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News
Record per molti artisti da tempo trascurati nellultima asta della milanese casa daste Il Ponte
La Berti Antichità di Firenze al MercanteinFiera: Intervista ad Anna Pennella
Prorogata a Trieste la mostra del pittore Fabio Colussi
A Trieste Laura Poretti interpreta lInveno Ungherese in FROZEN SHOTS  SCATTI CONGELATI
Aperte le selezioni degli artisti per la X Florence Biennale
Antiquariato
Il Ponte Casa dAste: giornate di valutazione tra Firenze Padova Modena e Roma
Il Ponte Casa dAste di Milano seleziona lotti singoli o intere collezioni
Le Edizioni Gonnelli: passione editoriale da due secoli.
Vuoi vendere mobili antichi quadri antichi ed oggetti d’antiquariato?
Vuoi Vendere oggetti antichi vintage o di arte contemporanea
Modernariato
Tra Arte contemporanea e antiquariato: la sfera del mondernariato
Raro Rolex venduto a Londra dalla Casa dAste Bonhams per 114.000 euro
Associazione Italiana del Giocattolo dEpoca e da Collezione
Da oggi va in asta a Wannenes di Genova il Design Italiano
Arte Contemporanea
Biennale internazionale darte  a Chianciano Terme
Intervista a Roberto Sottile curatore dellVIII edizione della Biennale Magna Grecia
Simbiosi: OpenArt tra natura e storia. Una grande manifestazione darte nella riserva naturale di Pietraporciana
Venezia XXIV Mostra Internazionale d’Arte Tessile Contemporanea  dedicata a Maria Lai
 A Gorizia la V Edizione del Concorso Internazionale di Pittura DARIO MULITSCH:
Arts & Crafts
Le cravatte di Livia Crispolti alla SLECTION D’T di Parigi
BRIO lazienda svedese di giocattoli compie 130 anni e li festeggia a Norimberga
Gli utenti di FaceBook diventano Giurati
Livia Crispolti: l’ultimo allievo della BauHaus
PRESENTAZIONE DEL TAVOLO IN COMMESSO REALIZZATO DALLOPIFICIO DELLE PIETRE DURE DI FIRENZE
Fiere e mostre
A Chianciano Terme la mostra 8 Donne per l8 marzo
Alla Gonnelli Casa dAste di Firenze la mostra ALFREDO MLLER. STAMPE TEMPERE E OLI
Al Palazzo Tucci di Lucca la mostra antiquaria A spasso nel Tempo
AllAccademia dUngheria in Roma: CROSSWISE!
A Chianciano Terme la mostra En Plein Air: Danzando con la scultura’’ di Giacomo Maria Cavina
Aste
Il Ponte Casa dAste di Milano programma le aste dautunno
Alla storica casa dAste il ponte arrivano in Asta le opere di Arte Moderna e Contemporanea
A Milano lAsta di Primavera de Il Ponte Casa dAste
Al Ponte Casa dAste di Milano la prima asta dellanno con forte ripresa per lantiquariato.
Fashion Vintage Arte Orientale e argenti a Il Ponte Casa dAste di Milano
Restaurare
Uffizi: nuovo restauro da Italia Nostra torna in Galleria l’Apollo seduto
Alla Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti presentazione del restauro dellopera di Elisabeth Chaplin Le tre Sorelle
 Il restauro ligneo secondo le regole dellarte
Palazzo Spinelli Istituto per larte e il restauro in Italia
Salvatore Settis su ’Caravaggio e L’antico’’
Mercatini
 A febbraio la XXIX edizione di Modenantiquaria tra tradizione e grandi novità.
Dedicata al Cinema la XX Edizione di Treviso Antiquaria
Fiera Antiquaria di Arezzo: Edizione Straordinari il 25 Aprile
Cerco Bambole Burgarella
Cerco: Bambole Lenci
Artisti
Ferdinand Van Kessel pittore olandese
Edolo Masci e il Clich-Verre
Aelita Andre: Arte o Arte del Marketing?
Giulio Cesare Procaccini (Bologna 1574-Milano 1625)
 Andrey Remnev: Visioni oniriche dell’arte contemporanea russa
Mercato dell'arte
Wannenes: eccellenti risultati dasta per larte Contemporanea ed il Design
Il Ponte Casa d’Aste: andamento del mercato per il primo semestre intervista alla dott.ssa Novarini
Giorni da record nelle aste di SOTHEBY’S
Il ponte Casa d’Aste di Milano: Importanti risultati nell’Asta di Arte moderna e Contemporanea
Il Ponte Casa dAste di Milano: interessanti vendite nelle aste di metà aprile